9-2-9 – Edguy

9-2-9 è la traccia numero otto dell’ottavo album degli Edguy, Tinnitus Sanctus pubblicato il 14 novembre del 2008. 9-2-9 è il numero di una camera di un hotel.

Formazione Edguy (2008)

  • Tobias Sammet – voce
  • Jens Ludwig – chitarra
  • Dirk Sauer – chitarra
  • Tobias Exxel – basso
  • Felix Bohnke – batteria

Traduzione 9-2-9 – Edguy

Testo tradotto di 9-2-9 (Sammet) degli Edguy [Nuclear Blast]

9-2-9

We opened the door after midnight
To step into a timeless world
Angels and madness been flying around
A crack in the voice of reason
Something has taken over
Preventing us from turning around

Been sailing across the seas
We never arrived but always believed
And now for the first time time I feel
The port I was too blind to see

929 – Just a number at sundown
A room with a view
929 – A night to remember
929 – I been reaching out
I been stumbling around
929 – I’m finally home

Been standing there with a suitcase
Surroundings fighting to get out
Send it off to the Lost-And-Never-Found
Maybe I don’t have my head on straight
Maybe I’ll lose it tomorrow
Preventing me from turning around

Been sailing across the seas
Up in the wind
Plowing through grief
And now for the first time I see
The port I was too blind to see

929 – A number at sundown
A room with a view
929 – A night to remember
929 – I been reaching out
I been stumbling around
929 – I’m finally home

9-2-9

Abbiamo aperto la porta dopo mezzanotte
per entrare in un mondo senza tempo
Angeli e follia volano intorno a noi
Una crepa nella voce della ragione
Qualcosa ha preso il sopravvento
impedendoci di girarci

Abbiamo navigato tra i mari
Non siamo mai arrivati ma ci abbiamo creduto
e ora per la prima volta sento che
ero troppo cieco per vedere il porto

929 solo un numero al tramondo
di una camera con vista
929, una notte da ricordare
929, ci ho provato
e sono inciampato
929, finalmente sono a casa

Sono rimasto lì con una valigia
Intorno a me si lotta per uscire
Mandato agli oggetti smarriti
Forse non avevo la testa a posto
Forse la perderò domani
impedendomi di voltarmi

Abbiamo navigato attraverso i mari
col vento in poppa
avanzando a stento nel dolore
e ora per la prima volta vedo
il posto che ero troppo cieco per vedere

929 solo un numero al tramondo
di una camera con vista
929, una notte da ricordare
929, ci ho provato
e sono inciampato
929, finalmente sono a casa

Tags: - Visto 16 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .