A portage to the unknown – Turisas

A portage to the unknown (Un viaggio verso l’ignoto) è la traccia numero due del  secondo album dei Turisas, The Varangian Way, pubblicato il 18 giugno del 2007.

Formazione Turisas (2007)

  • Mathias “Warlord” Nygård – voce, tastiere
  • Jussi Wickström – chitarra
  • Tuomas “Tude” Lehtonen – batteria
  • Olli Vänskä – violino
  • Hannes “Hanu” Horma – basso
  • Janne “Lisko” Mäkinen – fisarmonica

Traduzione A portage to the unknown – Turisas

Testo tradotto di A portage to the unknown (Nygard) dei Turisas [Century]

A portage to the unknown

We’ve sailed across the sea
Rowed for miles and miles upstream
Passed by Aldeigjuborg
Seen Lake Ilmen gleam
Ingvar took the lead
After Holmgard as agreed
What the end of Lovat meant
Was soon to be seen

Dripping with sweat a new day dawn on
The ropes cut flesh,
as they’ve done in times foregone
I see my breath,
my hands are going numb
Far from home we have come

An endless trail in front of my eyes
A swift take off,
had no time for goodbyes
What will we find
and what was left behind
There’s no return,
get it off your mind

The water’s changed to sand
Lakes and rivers turned to land
Plough up the rocky seas
Ride felled down trees
Foot by foot we edge
Once a ship, now a sledge

Six regular edges and six vertices
Six equilateral triangles
Six square faces in another dimension
Plato’s earth transparent

Give me all you have!
Pull as hard as you can
Plough up the rocky seas
Ride felled down trees
The water’s changed to sand
Lakes and rivers turned to land

The rug has been pulled from under my feet
All my life made of lies and deceit
All I have left is
a symbol on my chest
My only lead on my desperate quest

Branded at birth with the sign of Perun
East of the sun and West of the moon
The road now continues,
Northwind be my guide
Wherever I’m going,
the Gods are on my side

Un viaggio verso l’ignoto

Noi abbiamo navigato attraverso il mare
Remato per miglia e miglia controcorrente
Siamo passati vicino ad Aldeigjuborg
Abbiamo visto il lago Ilmen brillare
Ingvar prese il comando
Dopo Holmgard come concordato
Cosa significava la fine di Lovat
Era presto per capirlo

Grondante di sudore all’alba di un nuovo giorno
La corda taglia la carne,
come noi abbiamo fatto in tempi passati
Io vedo il mio respiro,
le mie mani si stanno paralizzando
Lontano da casa noi siamo arrivati

Un cammino senza fine davanti ai miei occhi
Un rapido andarsene via,
non abbiamo tempo per gli addii
Cosa troveremo
e cosa abbiamo lasciato alle spalle
Non c’è ritorno,
toglietevelo dalla mente

L’acqua è cambiata in sabbia
Laghi e fiumi diventano terra
Arata fino ai mari rocciosi
Cavalcare sugli alberi abbattuti
Passo dopo passo noi ci avviciniamo
Una volta con la nave, ora con la slitta

Sei bordi regolari e sei vertici
Sei triangoli equilateri
Sei facce quadrate in un’altra dimensione
La terra trasparente di Platone

Dammi tutto ciò che hai!
Tirare più forte che puoi
Arare fino ai mari rocciosi
cavalcare sugli alberi abbattuti
L’acqua è cambiata in sabbia
Laghi e fiumi diventano terra

Il tappeto è stato tolto da sotto i miei piedi
Tutta la mia vita fatta di bugie e inganni
Tutto ciò che ho lasciato
è un simbolo nel mio petto
Il mio unico vantaggio nella mia disperata ricerca

Marchiato alla nascita con il segno di Perun
Est per il sole e Ovest per la luna
La strada ora continua,
vento del nord sii la mia guida
Ovunque stia andando,
gli Dei sono al mio fianco

* traduzione inviata da Mattia

Tags: - Visto 120 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .