Adrenochrome dreams – Otep

Adrenochrome dreams (I sogni di Adrenocromo) è la traccia numero tredici del terzo album degli Otep, The Ascension, pubblicato il 30 ottobre del 2007. L’ adrenocromo è un composto chimico organico derivato dall’ossidazione dell’adrenalina. In medicina l’adrenocromo viene somministrato per via endovenosa per curare soggetti epilettici.

Formazione Otep (2007)

  • Otep Shamaya – voce
  • Karma Singh Cheema – chitarra
  • Jason “Evil J.” McGuire – basso
  • Brian Wolff – batteria

Traduzione Adrenochrome dreams – Otep

Testo tradotto di Adrenochrome dreams (Shamaya) degli Otep [Capitol/KOCH]

Adrenochrome dreams

I had this dream…
Where I woke up
To a grand commotion.
And uhm… I just jumped from the blankets
And whipped the door from its lock,
And rush blindly into
the blackness of the hallway.
But there, on all sides
Lying next to each other
Were rows and rows of executioners…

Some were shirtless and __
And throbbing with anticipation.
Sweat delicatley sneaking
through their body hair
All were hooded
Some like seventeenth
century guillotine henchemen
Others had crudely made hoods
Like scarecrows
or ripped ski masks
With slobber from their clenching jaws
And some had burlap masks
that looked like they were made of human skin.

Each one held a weapon.
Large mallets
Crudely fashioned axes
And large clubs
Pipes

But I wasn’t compelled to retreat.

No.

I was forced to move between them.
Past their swinging weapons
The clubs
The bats
The slicing tools
The shovels
The large and small axes
Boards with nails,
staples and razorblades embedded in them
Taking the beating,
Falling down,
Getting up,
Again and again and again and again
Driven to make it out…

At any cost.

And next,
I stumbled into a…
this strange marshy world
Where I was oddly drowning
in squirrels and other large, starving rodents.
From above, out on the treetops,
Several dolls fell from the branches
And they were hanging
With nooses made of human hair
They started biting and sucking
and trying to feed from me…
Trying to enter my belly
and some pushed large needles
into my veins and…
And as I looked back,
some had nails through their hands,
torsos and throats.

I was froze.
Dead eyes…
Carbonized…
As I kicked them away
I could see all around me…
Of piles and piles of dead sea life.
Large fish, smelly crustaceans, __

And their soulless empty
bodies whispered
A secret language
I couldn’t decipher
but somehow understood.

And their cries were
“Feed me… feed me…”

They wanted me to devour those around them
Chew them up into pieces
And smear them inside their mouths.
And as I turned around
I could see the shape of a woman
Perfect…
Perfectly erotic
Squatting over a pile
of these dead things…
And as I ran to her and said “WHAT THE
FUCK ARE YOU DOING?!”

And she had no face
And she turned to glass
And suddently cracked
And then exploded into 1000 pieces at my feet.

And just as I took a quick breath,
This world was shoved and desimated
But an intruding tidal wave
Of microorganisms, exploding atoms…

And suddenly moon rose…
Frightened, aching, and alone…
And that’s what I remember most…

…The ache.

I can’t escape
The ache

I sogni di Adrenocromo

Ho fatto un sogno…
Dove mi alzai
Da una grossa confusione.
Ed, uhm… Saltavo dalle coperte e
Montavo la porta dalla serratura,
Correvo alla cieca nelle
tenebre del corridoio.
Ma lì, in ogni parte
Si trovavano l’uno accanto all’altro
File e file di carnefici…

Alcuni erano senza camicia e __
Palpitavano con anticipo.
Il sudore si nascondeva delicatamente
attraverso i loro peli
Erano tutti incappucciati
Alcuni come gli scagnozzi
della ghigliottina del 17° secolo
Altri cappe fatte crudelmente
Come spaventapasseri
o maschere da sci lacerate
Con la bava dalle loro fauci stridenti e
Alcuni avevo maschere imballate
che sembravano fatte di pelle umana.

Ciascuno teneva un’arma.
Grandi mazze
Asce crudelmente di stile e
Grandi randelli
Tubi

Non ero costretto a ritirarmi.

No.

Ero forzata muovermi tra di loro.
Passando le loro armi oscillanti
I randelli
I pipistrelli
Gli utensili da affettare
Le pale
Le larghe e piccole asce
Tavole con chiodi,
stangate e lame legate tra loro
Prendevano i colpi,
Cadevano,
Si alzavano
Ancora, ancora, ancora ed ancora
Spinti a far fuori…

Ad ogni costo.

E poi,
Mi sono imbattuta in…
Questo strano mondo paludoso
Dove stavo stranamente annegando
negli scoiattoli ed altri affamati, grossi roditori.
Da sopra, sulle cime degli alberi,
Diverse bambole cadevano dai rami e
Stavano appese
Con cappi fatte di capelli umani
Iniziavano a mordere, succhiare
e tentavano di mangiarmi…
Provavano di aprirmi la pancia
ed alcune premere con larghi aghi
dentro le mie vene…
Mentre guardavo dietro,
alcune avevano chiodi tra le mani,
torsoli e gole.

Ero congelata.
Occhi morti…
Carbonizzati…
Mentre le mandavo via
Potevo vedere tutto intorno a me…
Montagne e montagne di vita marina morta.
Pesci larghi, crostacei puzzolenti, __

Le loro corpi vuoti
senz’anima bisbigliavano
Un linguaggio segreto
che non potevo decifrare
ma che, in qualche modo, capivo.

Le loro grida erano:
“Dammi da mangiare… Dammi da mangiare…”

Mi volevano divorare questi attorno a me
Masticarli fino a brandelli e
Strisciare dentro le loro bocche.
Mentre mi voltavo,
Potevo vedere la forma di una donna
Perfetta…
Perfettamente erotica
Accovacciata sopra un mucchio
di queste cose morte…
Mentre la raggiungevo, mi disse: “MA CHE
CAZZO STAI FACENDO?!”

Non aveva un volto
Era diventata di vetro
Per poi frantumarsi
Esplodendo in 1000 pezzi ai miei piedi.

Così, mentre prendevo un respiro veloce,
Questo mondo era coperto e decimato
Ma un onda di mare furtiva di
Microrganismi, atomi esplosivi…

E, all’improvviso, sorse la luna…
Spaventata, dolorante e sola…
Ecco cosa mi ricordavo di più…

…Il dolore.

Non posso sfuggire
Al dolore

* traduzione inviata da El Dalla

Otep - The AscensionLe traduzioni di The Ascension

01.Eet the children • 02.Crooked spoons • 03.Perfectly flawed • 04.Confrontation • 05.Milk of regret • 06.Noose & nail • 07.Ghostflowers • 08.Breed • 09.March of the martyrs • 10.Invisible • 11.Home grown • 12.Communion • 13.Andrenochrome dreams

Tags: - Visto 115 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .