Ballad of the working man – Saxon

Ballad of the working man (Ballata dell’uomo che lavora) è la traccia numero nove del diciannovesimo album dei Saxon, Call to arms, pubblicato il 3 giugno del 2011.

Formazione Saxon (2011)

  • Biff Byford – voce
  • Paul Quinn – chitarra
  • Doug Scarratt – chitarra
  • Nibbs Carter – basso
  • Nigel Glockler – batteria

Traduzione Ballad of the working man – Saxon

Testo tradotto di Ballad of the working man (Byford, Carter, Glockler, Quinn, Scarratt) dei Saxon [UDR]

Ballad of the working man

Hear the whistle blowin’
Another working day
Turn the wheels of power
Earn your daily pay
The blood and sweat of working men
Made this country great
To the kings and queens of industry
Your lives we celebrate

No matter where you’re going
Remember where you’ve been
It takes me back to a simple life
I sing my song
the ballad of the working man

The rhythm of the engines
Pounding out a song
Pulling all together
To make this kingdom strong
To every man and woman
Standin’ tall and proud
We dedicate this song to you
Rejoice and shout out loud

It’s not so complicated
Remember where you’re from
It takes me back to a simple life
I sing my song
the ballad of the working man

Another round of whiskey
Another shot of gin
The bar-maid rings ‘last orders’
Get the last ones in
The place is full of laughter
The glasses full of beer
It takes me to a simple life
That’s nearly disappeared

No matter where you’re going
Remember where you’ve been
Take me back to a simple life
I sing my song
The ballad of the working man
The ballad of the working man
The ballad of the working man

Ballata dell’uomo che lavora

Ascolta il suono del fischio
Un altro giorno di lavoro
Gira le ruote del potere
Guadagna la tua paga giornaliera
Il sangue e il sudore dell’uomo che lavora
Ha reso grande questo paese
Ai re e alle regine dell’industria
Le vostre vite celebriamo

Non importa dove stai andando
Ricorda dove sei stato
Mi riporta indietro ad una vita semplice
Canto la mia canzone
la ballata dell’uomo che lavora

Il ritmo dei motori
creano una canzone martellando
Tirando tutti insieme
Per rendere questo regno forte
A ogni uomo e donna
che è in piedi a testa alta
noi dedichiamo questa canzone a voi
rallegratevi e gridate ad alta voce

Non è così complicato
ricorda da dove vieni
Mi riporta indietro ad una vita semplice
Canto la mia canzone
la ballata dell’uomo che lavora

Un altro giro di whisky
Un altro bicchierino di gin
La cameriera grida “ultimo giro”
Prendiamo l’ultimo giro
Il posto è pieno di risate
I bicchieri pieni di birra
Mi riporta ad una vita semplice
che è quasi scomparsa

Non importa dove stai andando
Ricorda dove sei stato
Mi riporta indietro ad una vita semplice
Canto la mia canzone
La ballata dell’uomo che lavora
La ballata dell’uomo che lavora
La ballata dell’uomo che lavora

Tags: - Visto 34 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .