Carousel – Haken

Carousel (Giostra) è la traccia numero tre del sesto album degli Haken, Virus, pubblicato il 24 luglio del 2020.

Formazione Haken (2020)

  • Ross Jennings – voce
  • Richard Henshall – chitarra
  • Charlie Griffiths – chitarra
  • Conner Green – basso
  • Raymond Hearne – batteria
  • Diego Tejeida – tastiere

Traduzione Carousel – Haken

Testo tradotto di Carousel degli Haken [Inside Out]

Carousel

I’ve been holding on too tight
to let you go
Now I’m sinking in the mire
Wish we could go back
 to how it was
But we’re too close to the wire

Cross the line on my horizon
Sapiens pervade like a virus
Finding solace in isolation
If the wolf cries "boy", keep calm, carry on

Dead among the living,
nothing to believe in
Making sinners of saints
All the fears unfaced
Swarming all around me like ants
As the flame is prised
Away from the moth
Stronger in their numbers,
turning on each other
Is this out of our hands?

Holding on too tight
to let you go
I’m sinking in the mire
Wish we could go back
to how it was
But we’re too close to the wire

If I give them an inch,
they take a mile
Does love have to be tough,
cruel to be kind?
Think of all the people
you have turned your back on
Do you mourn the lost souls
from your pale high horse?

I’ve been holding on too tight
to let you go
Now I’m sinking in the mire
Wish we could go back
to how it was
But we’re too close to the wire

Fly without fear of landing
Welcome into the fold
Not all who wander shall be lost
Surrounded, yet somewhat lonely
The carousel claims its toll
Paying a price, not counting costs
What if the weight is lifted
When we are all renewed?
When will the penny ever drop?
Who will our burdens carry?
Who will not shed a tear
If our pulse should ever stop?

Hold on tight and never let me go
Take me back to how it was before
Hell knows I was holier than thou
But heavy is the head that wears the crown

Giostra

Sono stato tenuto troppo stretto
per lasciarti andare
Adesso sto sprofondando nel fango
Vorrei poter tornare indietro
a com’era
Ma siamo troppo vicini al traguardo

Supera il confine sul mio orizzonte
I Sapiens pervadono come un virus
Cercando conforto nell’isolamento
Se il lupo ulula: "cavolo", calmati e va avanti

Il morto tra i vivi,
niente in cui credere
Rendendo i peccatori in santi
Tutte le paure non affrontate
Brulicano intorno a me come formiche
Come la fiamma viene apprezzata
Lontana dalla falena
Più forte nei loro numeri,
si trasformano l’un l’altro
è fuori dalla nostra portata?

Mi sono tenuto troppo stretto
per lasciarti andare
Adesso sto sprofondando nel fango
Vorrei poter tornare indietro
a com’era
Ma siamo troppo vicini al traguardo

Se dessi loro una mano,
si prenderebbero un braccio
L’amore dev’essere duro
e crudele per essere gentile?
Pensa a tutte quelle persone
che hai voltato loro le spalle
Piangi le anime perdute
dal tuo pallido cavallo alto?

Sono stato tenuto troppo stretto
per lasciarti andare
Adesso sto sprofondando nel fango
Vorrei poter tornare indietro
a com’era
Ma siamo troppo vicini al traguardo

Voli senza aver paura di atterrare
Benvenuto nella piega
Non tutto quello che vaga sarà perduto
Circondato, ma in qualche modo ancora solo
La giostra chiede il suo conto
Pagare un prezzo, non contano i costi
E se il peso viene sollevato,
Quando saremo tutti rinnovati?
Quando cadrà il penny?
Chi porterà il nostro onere?
Chi non verserà una lacrima,
Se il tuo polso dovesse mai fermarsi?

Tieni ancora duro e non lasciarmi mai andare
Riportami a come era prima
L’inferno sa che ero più santo di te
Ma pesante è la testa che indossa la corona

* traduzione inviata da Bandolero

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *