Closer to the stars – Star One

Closer to the stars (Più vicino alle stelle) è la traccia numero tredici del secondo album degli Star One, Victims of the Modern Age, pubblicato il 25 ottobre del 2010. Il brano fa riferimento al film "Gattaca – La porta dell’universo” (Gattaca, 1997), diretto da Andrew Niccol.

Traduzione Closer to the stars – Star One

Testo tradotto di Closer to the stars (Arjen Anthony Lucassen) degli Star One [InsideOut]

Closer to the stars

I was born with no future
Born to die without a chance
Well, I refuse to play
the hand that life has dealt
I’m as good as anyone,
maybe better than most

All they see is imperfections,
not the strength I hold inside
I challenge all who reject
the force of will
‘Cause If I’m not good enough,
if I’m not real enough
Then I will lie !

I am a child of the stars
And you can’t keep me here
in a world I don’t belong
I need to fly among the stars

We are all children of the stars
Don’t feel I’m leaving, no,
I feel I’m going home
I’m one step closer to the stars

They say I don’t have a future
It wasn’t mine from the start
I don’t believe that man
can live without fault
I’m as good as anyone,
much better than them

I accept my imperfections,
at least I have a perfect soul
I am the last to be born
with free will
I’ve been luckier than most,
not as lucky as some
But I will survive !

Oh, children of the stars,
gotta fly, gotta fly
Feels like going home,
I’m going home

If they take away my future,
and deny me any chance
My imperfection
is the demon here inside
I’m badder than anyone,
more evil than them…

Più vicino alle stelle

Sono nato senza alcun futuro
Nato per morire senza una possibilità
Beh, rifiuto di giocare
la mano che la vita ha riservato
Sono bravo come chiunque altro,
forse migliore di molti

Tutto ciò che vedono è imperfezioni,
non la forza che possiedo
Sfido tutti quelli che rifiutano
la forza della volontà
Perché se non sono bravo abbastanza,
se non sono reale abbastanza
Poi mentirò !

Sono un figlio delle stelle
E voi non potete tenermi qui,
in un mondo a cui non appartengo
Ho bisogno di volare tra le stelle

Siamo tutti figli delle stelle
Non sento che me ne sto andando,
no, sento che sto tornando a casa
Sono a un passo più vicino alle stelle

Dicono che non ho un futuro
Non era mio fin dall’inizio
Non credo che l’uomo
possa vivere senza colpe
Sono bravo come chiunque altro,
molto meglio di loro

Accetto le mie imperfezioni,
alla fine ho un’anima perfetta
Sono l’ultimo ad essere nato
con un libero arbitrio
Sono stato più fortunato della maggior parte,
non così fortunato come alcuni
Ma sopravviverò !

Oh, figli delle stelle,
devo volare, devo volare
Mi sembra di andare a casa,
sto andando a casa

Se mi privano del mio futuro,
e mi negano ogni possibilità
La mai imperfezione
è il demone qui dentro
Sono più cattivo di chiunque altro,
più malvagio di loro…

* traduzione inviata da Graograman00

Star One - Victims of the Modern AgeLe traduzioni di Victims of the Modern Age

01.Down the rabbit hole (strumentale) • 02.Digital rain • 03.Earth that was • 04.Victim of the modern age • 05.Human see, human do • 06.24 hours • 07.Cassandra complex • 08.It’s alive, She’s alive, We’re alive • 09.It all ends here • 10. As the crow dies • 11.Two plus two equals five • 12.Lastday • 13.Closer to the stars • 14.Knife edge (Emerson, Lake & Palmer)

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *