Cursed be iron – Turisas

Cursed be iron (Maledetto sia il ferro) è la traccia numero tre del  secondo album dei Turisas, The Varangian Way, pubblicato il 18 giugno del 2007.

Formazione Turisas (2007)

  • Mathias “Warlord” Nygård – voce, tastiere
  • Jussi Wickström – chitarra
  • Tuomas “Tude” Lehtonen – batteria
  • Olli Vänskä – violino
  • Hannes “Hanu” Horma – basso
  • Janne “Lisko” Mäkinen – fisarmonica

Traduzione Cursed be iron – Turisas

Testo tradotto di Cursed be iron (Nygard) dei Turisas [Century]

Cursed be iron

Curses on thee, cruel iron
Curses on the steel thou givest
Curses on thee, tongue of evil
Cursed be thy life forever!

Once thou wert of little value
Having neither form nor beauty
Neither strength noe great importance
When in form of milk thou rested
When for ages thou wert hidden
In the breasts of gods’ three daughters
Hidden in their heaving bosoms
On the borders of the cloudlets
In the blue vault of the heavens

Thou wert once of little value
Having neither form nor beauty
Neither strength nor great importance
When like water thou wert resting
On the broad back of the marshes
On the steep declines of mountains
When thou wert but formless matter
Only dust of rusty color

Curses on thee, cruel iron
Curses on the steel thou givest
Curses on thee, tongue of evil
Cursed be thy life forever!

Surely thou wert void of greatness
Having neither strength nor beauty
When the moose was trampling on thee
When the roebuck trod upon thee
When the tracks of wolves were in thee
And the bear-paws scratched thy body

Surely thou hadst little value
When the skillful Ilmarinen
First of all the iron-workers
Brought thee from the blackened swamp-lands
Took thee to his ancient smithy
Placed thee in his fiery furnace

Truly thou hadst little vigor
Little strength, and little danger
When thou in the fire wert hissing
Rolling forth like
seething water
From the furnace of the smithy
When thou gavest oath
the strongest

By the furnace, by the anvil
By the tongs, and by the hammer
By the dwelling of the blacksmith
By the fire within the furnace

Curses on thee, cruel iron
Curses on the steel thou givest
Curses on thee, tongue of evil
Cursed be thy life forever!

Now forsooth thou hast grown mighty
Thou canst rage in wildest fury
Thou hast broken all thy pledges
All thy solemn vows hast broken
Like the dogs thou shamest honor
Shamest both thyself and kindred
Tainted all with breath of evil

Tell who drove thee to this mischief
Tell who taught thee of thy malice
Tell who gavest thee thine evil!
Tell me! Now tell me!

Did thy father, or thy mother
Did the eldest of thy brothers
Did the youngest of thy sisters
Did the worst of all thy kindred

Not thy father, nor thy mother
Not the eldest of thy brothers
Not the youngest of thy sisters
Not the worst of all thy kindred

But thyself hast done this mischief
Thou the cause of all our trouble
Come and view thine evil doings
And amend this flood of damage

Curses on thee, cruel iron
Curses on the steel thou givest
Curses on thee, tongue of evil
Cursed be thy life forever!

Maledetto sia il ferro

Maledizioni su di te, crudele ferro
Maledizioni sull’acciaio che tu dai
Maledizioni su di te, lingua del male
Maledetto tu sia per tutta la vita!

Una volta fosti di poco valore
Non avendo né forma né bellezza
Né forza né molta importanza
Quando in forma di latte ti sei riposato
Quando per anni ti sei nascosto
Nel seno delle tre figlie degli dei
Nascosto nel loro ondeggiante petto
Ai bordi delle nuvolette
Nelle volte blu dei cieli

Sei stato di poco valore
Non avendo né forma né bellezza
Né forza né una grande importanza
Quando come acqua ti sei riposato
Nell’ampio dorso delle paludi
Nei ripidi pendii delle montagne
Quando sei stato ma eri materia informe
Solo polvere di un colore rugginoso

Maledizioni su di te, crudele ferro
Maledizioni sull’acciaio che tu dai
Maledizioni su di te, lingua del male
Maledetto tu sia per tutta la vita!

Sicuramente tu eri privo di magnificenza
Non avendo né forza né bellezza
Quando l’alce pestava su di te
Quando il capriolo camminava sopra di te
Quando le tracce dei lupi erano su di te
E le zampe di orso graffiavano il tuo corpo

Sicuramente tu avesti poco valore
Quando l’abilissimo Ilmarinen
Primo di tutti i lavoratori di ferro
Ti portò con sé dalle annerite terre paludose
Ti prese per la sua antica fucina
Ti mise nella sua ardente fornace

Realmente tu avesti un po di vitalità
Un po di forza, e un po di pericolosità
Quando tu nel fuoco sibilavi
Ondeggiando continuamente come
l’acqua che ribolle
Dalla fornace della fucina
Quando tu facesti il giuramento
di essere il più forte

Dalla fornace, dall’incudine
Dalle tenaglie, e dal martello
Dall’abitazione del fabbro
Dal fuoco dentro la fornace

Maledizioni su di te, crudele ferro
Maledizioni sull’acciaio che tu dai
Maledizioni su di te, lingua del male
Maledetto tu sia per tutta la vita!

Adesso davvero tu sei cresciuto poderoso
Tu puoi arrabbiarti con furia più selvaggia
Tu hai spezzato tutti i tuoi impegni
Tutte i tuoi solenni giuramenti sono stati rotti
Come i cani dal vergognoso onore
Vergognosi sia te che i tuoi simili
Rovinando tutto con il respiro del male

Racconta chi ti ha guidato a questi dispetti
Racconta chi ti ha insegnato la tua malizia
Racconta chi ti ha dato la tua cattiveria!
Dimmelo! Dimmelo adesso!

Tuo padre, o tua madre
Tuo fratello maggiore
Tua sorella minore
Il peggiore dei tuoi familiari

Non tuo padre, o tua madre
Non il tuo fratello maggiore
Non la tua sorella minore
Non il peggiore dei tuoi familiari

Ma tu stesso hai fatto questi dispetti
Tu la causa di tutti i nostri problemi
Vieni e vedi le tue malefatte
E correggi questa marea di danni

Maledizioni su di te, crudele ferro
Maledizioni sull’acciaio che tu hai dato
Maledizioni su di te, lingua del male
Maledetto tu sia per tutta la vita!

* traduzione inviata da Mattia

Tags: - Visto 87 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .