Dead but dreaming – Deicide

Dead but dreaming (Morti ma sognanti) è la traccia numero due secondo album dei Deicide, Legion, pubblicato il 9 giugno del 1992. Lord Kur è il primo drago conosciuto nella mitologia sumera. È al tempo stesso una creatura della terra e degli inferi.

Formazione Deicide (1992)

  • Glen Benton – voce, basso
  • Brian Hoffman – chitarra
  • Eric Hoffman – chitarra
  • Steve Asheim – batteria

Traduzione Dead but dreaming – Deicide

Testo tradotto di Dead but dreaming (Benton) dei Deicide [Roadrunner]

Dead but dreaming

Out of my mind into a world between
In search of the ancient artistry
Lord Kur, before your sword I see
The house of death is opening
Hanging from their primal sleep
Forbidden to be seen
Spirit of the elder gods
Are dead but must live on
Still to life and yet they breathe
Dead but dreaming…

Lords of the world within the space between
Wandering receivers of a sacrifice
Lord Kur, beyond your throne you sleep
Beneath the seven cities dead
Encased in silent tombs
Immortally exhumed
Spirit of the elder gods
Are dead but must live on
Still to life and yet they breathe
Dead but dreaming…

As I smear my blood on thy sword
Through the gates into lands I know not
On the road where none have returned
Come to life, Oh lords of black earth

Screaming ancient incantations
Sleep unbinded by my sight
Dead but dreaming, darkloads waking
From the house of death set free

Sixty demons,
bow before thy
Ancient catatonia
Elder vengeance,
Lord Kur take me
Darklords hear me,
hung dead bleeding

Morti ma sognanti

Fuori dalla mia mente in un mondo di mezzo
Alla ricerca dell’antica arte
Lord Kur, vedo la tua spada
La casa della morte si sta aprendo
Appesi al loro sonno primordiale
Proibito da essere visto
Spirito degli dei più antichi
Sono morti ma devono sopravvivere
Ancora in vita e ancora respirano
Morti ma sognanti…

Signori del mondo nello spazio nel mezzo
Ricevitori erranti di un sacrificio
Lord Kur, oltre il tuo trono dormi
Sotto le sette città morte
Racchiuso in tombe silenziose
Immortalmente esumato
Spirito degli dei più antichi
Sono morti ma devono sopravvivere
Ancora in vita e ancora respirano
Morti ma sognanti…

Mentre spalmo il mio sangue sulla tua spada
Attraverso le porte in terre che non conosco
Sulla strada dove nessuno è mai tornato
Torna alla vitra, Oh signore della terra oscura

Urlando antichi incantesimi
Sonno slegato dalla mia vista
Morto ma sognante, si svegliano gli oscuri
Dalla casa della morte liberata

Sessanta demoni,
inchinati davanti a te
Antica catatonia
Vecchia vendetta,
Lord Kur prendimi
Signore oscuro ascoltami,
i morti appesi sanguinano

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]
Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *