Fields of Verdun – Sabaton

Fields of Verdun (I campi di Verdun) è la traccia numero nove e primo singolo del nono album dei Sabaton, The Great War, in uscita il 19 luglio del 2019. La battaglia di Verdun (in francese Bataille de Verdun fu una delle più violente e sanguinose battaglie di tutto il fronte occidentale della prima guerra mondiale; ebbe inizio il 21 febbraio 1916 e terminò il 19 dicembre dello stesso anno, vedendo contrapposti l’esercito tedesco e l’esercito francese. Verdun costituì un punto di svolta cruciale della guerra in quanto segnò il momento in cui il peso principale delle operazioni nel fronte occidentale passò dalla Francia all’Impero britannico, fece svanire le ancora concrete possibilità della Germania di vincere la guerra e influenzò in parte l’entrata in guerra degli Stati Uniti d’America nel conflitto. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Sabaton (2019)

  • Joakim Brodén – voce
  • Chris Rörland – chitarra
  • Tommy Johansson – chitarra
  • Pär Sundström – basso
  • Hannes Van Dahl – batteria

Traduzione Fields of Verdun – Sabaton

Testo tradotto di Fields of Verdun dei Sabaton [Nuclear Blast]

Fields of Verdun

As the drum roll started on that day,
heard a hundred miles away
A million shells were fired
and the green fields turned to grey

The bombardment lasted all day long,
yet the forts were standing strong
Heavily defended,
now the trap has been sprung
and the battle has begun

Descend into darkness
303 days below the sun

Fields of Verdun
And the battle has begun
Nowhere to run
Father and son
Fall one by one
Under the gun

Thy will be done
And the judgement has begun
Nowhere to run
Father and son
Fall one by one
Fields of Verdun

Though a million shells
have scarred the land,
no one has the upper hand
From the ground above to trenches,
where the soldiers make their stand

As the trenches slowly turn to mud,
and then quickly start to flood
Death awaits in every corner,
as they die in the mud,
fill the trenches with blood

Fields of execution turned
to wasteland from the grass
Thou shalt go no further it was said
they shall not pass
The spirit of resistance
and the madness of the war
So…
Go ahead!
Face the lead!
Join the dead!
Though you die!
Where you lie!
Never asking why!

I campi di Verdun

Mentre il rullo di tamburi cominciava quel giorno
sentiti a centinaia di miglia di distanza
un milione di proiettili furono sparati
e i verdi prati diventarono grigi

Il bombardamento durò tutto il giorno
Eppure i forti erano resistenti
Difesa ad oltranza,
ora il trucco viene svelato
e la battaglia ha inizio

Scendi nell’oscurità
303 giorni sotto il sole

I campi di Verdun
E la battaglia è iniziata
Nessun posto dove fuggire
Padre e figlio
Cadono uno dopo l’altro
Sotto gli spari del fucile

La tua volontà sarà fatta
e il giorno del giudizio è iniziato
Nessun posto dove fuggire
Padre e figlio
Cadono uno dopo l’altro
I campi di Verdun

Anche se un milione di proiettili
hanno segnato la terra,
nessuno ha il sopravvento
Dal terreno sopra le trincee
dove i soldati hanno posizione

Le trincee si trasformano lentamente in fango
poi velocemente si riempiono di acqua
La morte attende in ogni angolo
mentre loro muoiono nel fango
riempiono di sangue le trincee

I campi della battaglia si trasformano
da campi in erba in terra desolata
Non andranno oltre, è stato detto
loro non passeranno
Lo spirito di resistenza
e la follia della guerra
Quindi…
Avanti!
Affronta il piombo!
Unisciti alla morte!
Anche se muori!
Dove giaci!
Mai chiedere perché!

Tags:, , , - Visto 213 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .