Green tinted sixties mind – Mr.Big

Green tinted sixties mind (Mente verdastra degli anni sessanta) è la traccia numero tre del secondo album dei Mr.Big, Lean into It pubblicato nell’aprile del 1991. Il brano ha come protagonista una ragazza all’antica, che vive come se fosse negli anni sessanta. Il titolo prende spunto dai film degli anni sessanta che secondo l’autore sembrano avere una sorta di sfumatura di verde sulla pellicola.

Formazione Mr.Big (1991)

  • Eric Martin – voce
  • Paul Gilbert – chitarra
  • Billy Sheehan – basso
  • Pat Torpey – batteria

Traduzione Green tinted sixties mind – Mr.Big

Testo tradotto di Green tinted sixties mind (Gilbert) dei Mr.Big [Atlantic]

Green tinted sixties mind

She just woke up,
but she’s still tired
Is that the telephone ringing?
The curtains can’t hold back the light
That’s reaching into her dreams
Down in her heart
If it had fingers, it’d be tearing it apart

You be lookin’ groovy
In a sixties movie
Maybe tell the press you died
Little legend baby
Try your very best to hide
A green-tinted sixties mind

She keeps some memories locked away
But they are always escaping
neclgect won’t make them fade away
They’re reaching into her dreams
Down in her heart
Don’t need fingers to be tearing it apart

Gotta face the day
There is no other way
To clear the fog inside your mind
Fill it up with dreams
But all that you can seem to find
A green-tinted sixties mind

Hangin’ out with Janis
Movin’ to Atlantis
Could’ve made it if you tried
What’s the point of force
It’s easy as a horse to ride
A green-tinted sixties mind

You be looking groovy
In a sixties movie
Maybe tell the press you died
Little legend baby
Try your very best to hide
A green-tinted sixties mind
-U can’t hide-

Mente verdastra degli anni sessanta

Si era appena svegliata
ma era ancora stanza
È il telefono che sta squillando?
Le tende non riescono a tener fuori la luce
che l’ha raggiunta dentro i suoi sogni
Giù nel suo cuore
Se avesse avuto le unghie, l’avrebbe fatti a pezzi

Sembri proprio attraente
In un film degli anni sessanta
Forse dici alla stampa che sei morta
Piccola leggenda, tesoro
Fai del tuo meglio per nasconderti
Una mente verdastra degli anni sessanta

Lei tieni i ricordi rinchiusi
Ma loro scappano sempre
la negligenza non li farà svanire
Stanno raggiungendo i suoi sogni
Giù nel suo cuore
Non c’è bisogno di dita per essere fatto a pezzi

Devi affrontare la giornata
Non c’è altro modo
per cancellare la nebbia dentro la tua mente
e riempirla con i sogni
Ma tutto quello che sembri trovare
Una mente verdastra degli anni sessanta

Uscire con Janis
Spostarsi all’Atlantis
Avresti potuto farlo se ci avessi provato
Qual è il punto di forza
È facile come un cavallo da cavalcare
Una mente verdastra degli anni sessanta

Sembri proprio attraente
In un film degli anni sessanta
Forse dici alla stampa che sei morta
Piccola leggenda, tesoro
Fai del tuo meglio per nasconderti
Una mente verdastra degli anni sessanta
-Non puoi nasconderti-

Tags: - Visto 528 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .