Knives – Bullet For My Valentine

Knives (Coltelli) è la traccia numero due del settimo omonimo album dei Bullet For My Valentine, in uscita il 22 ottobre del 2021. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Bullet For My Valentine (2021)

  • Matthew “Matt” Tuck – voce, chitarra
  • Michael “Padge” Paget – chitarra
  • Jamie Mathias – basso
  • Jason Bowld – batteria

Traduzione Knives – Bullet For My Valentine

Testo tradotto di Knives (Tuck) dei Bullet For My Valentine [Spinefarm]

Knives

Let the madness begin

Living with snakes
Feeding the hate
Kill the betrayal
Shedding of skin
Bitter within
Cower in shame
Venomous tongue
Blacken the lungs
Inducing the pain

Inducing the pain
Constant pushing provoking reactions

Bring out the knives
To cut and divide
Another scar for memory
Bring out the knives
To cut and divide
Let em bleed watch em burn in the fire

Digging a hole
Bury the trust
Lay it to rest
Swallow the dirt
Breathe in the dust
Savour the taste
Hammer the nails
Nothing to save
Walking away

Walking away from
Constant screaming provoking its madness

Breaking apart
Torn at the seems
Sanity fails
Dragged from the edge
Pushed into hell
Never again

So keep on digging your own grave
I see the panic it’s sickening
You’re not a saint not a slave
Now just focus on the pain
I hear the voices they’re calling
To sever forever insanity

You’re not a saint you’re a slave

Just swallow the dirt
And breathe in the dust
Now savour the taste
No walking away
No walking away
Bring out the knives

Coltelli

Che la follia abbia inizio

Vivere con i serpenti
Nutrendo l’odio
Uccidi il tradimento
Perdita di pelle
Amaro dentro
Nascosti nella vergogna
Lingua velenosa
I polmoni anneriti
Inducono il dolore

Indurre il dolore
Spinta costante provocando reazioni

Tira fuori i coltelli
Per tagliare e dividere
Un’altra cicatrice per ricordo
Tira fuori i coltelli
Per tagliare e dividere
Lascia che sanguinino, guardali bruciare nel fuoco

Scavando una buca
Seppellisci la fiducia
Mettila a riposare
Ingoia lo sporco
Respira la polvere
Assapora il gusto
Martella i chiodi
Niente da salvare
Allontanati

Allontanandosi da
Urla costanti che provocano la sua follia

Sbriciolarsi
Fatto a pezzi
La sanità mentale fallisce
Trascinato dal limite
Spinto all’inferno
Mai più

Quindi continua a scavarti la tomba
Vedo il panico, è nauseante
Non sei un santo e non sei uno schiavo
Ora concentrati solo sul dolore
Sento le voci che stanno chiamando
Per troncare per sempre la follia

Non sei un santo sei uno schiavo

Basta ingoiare lo sporco
E respirare la polvere
Ora assapora il gusto
Non andare via
Non andare via
Tira fuori i coltelli

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *