Man down! – Queensrÿche

Man down! (Uomo a terra!) è la traccia numero nove del decimo album dei Queensrÿche, American Soldier, pubblicato il 31 marzo del 2009.

Formazione Queensrÿche (2009)

  • Geoff Tate – voce
  • Michael Wilton – chitarra
  • Eddie Jackson – basso
  • Scott Rockenfield – batteria

Traduzione Man down! – Queensrÿche

Testo tradotto di Man down! (Slater, Tate) dei Queensrÿche [Atco]

Man down!

Hey, I’m okay.
Another day, another nightmare begins.
And the sound that I hear
is the relentless firing in my head.

Shifting gear in the driver’s seat
as the finger of God signals me
and this concrete bloodline carries me.
Never thought I’d bring
the war back home.

I’m a number; I’m a casualty of war
for a cause I never had the chance,
didn’t understand the score.
They told me that I’d be okay,
assume civilian life, live day to day.
But when I think about it my hands
still shake, and I know what I am…
Man down!

I’m in overdrive, barely alive!
As long as I keep moving, I’m all right.
Was that a muzzle flash from my past
or just my mind misfiring?

With one eye in mirror I see
the ‘Cavalry of g’d” coming up on me.
Bumper to bumper, traveling fast,
waving Satan over…

I’m a number; I’m a casualty of war,
for a cause I never had the chance,
never understood the score.
They told me that I’d be okay,
assume civilian life, live day to day.
But when I think about it
my hands still shake, and I know what I am…
Man Down!

Uomo a terra!

Ehi, sto bene.
Un altro giorno, un altro incubo inizia.
E il suono che sento
è il fuoco implacabile nella mia testa

Cambio di marcia al posto di guida
mentre il dito di Dio mi manda segnali
e questa solida stirpe mi trasporta
Non avrei mai pensato di riportare
la guerra a casa

Sono un numero, una vittima di guerra
per una causa di cui non ho mai avuto occasione
di inquadrare la situazione
Mi hanno detto che sarei stato a posto,
una vita da civile, avrei vissuto alla giornata.
Ma quando ci penso mi tremano
ancora le mani e so cosa sono…
Uomo a terra!

Sono su di giri, a malapena vivo!
Finché continuo a muovermi, sto bene
Era il lampo dello sparo dal mio passato
o solo la mia mente che si stava spegnendo?

Con un occhio nello specchio vedo
la cavalleria venirmi addosso.
Incolonnata, viaggia veloce
salutando Satana…

Sono un numero, una vittima di guerra
per una causa di cui non ho mai avuto occasione
di inquadrare la situazione
Mi hanno detto che sarei stato a posto,
una vita da civile, avrei vissuto alla giornata.
Ma quando ci penso mi tremano
ancora le mani e so cosa sono…
Uomo a terra!

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *