Men, martians and machines – Gamma Ray

Men, martians and machines (Uomini, marziani e macchine) è la traccia numero due del quinto album dei Gamma Ray, Somewhere Out in Space pubblicato il 25 agosto del 1997.

Formazione Gamma Ray (1997)

  • Kai Hansen – voce, chitarra
  • Dirk Schlächter – basso
  • Henjo Richter – chitarra, tastiere
  • Dan Zimmermann – batteria

Traduzione Men, martians and machines – Gamma Ray

Testo tradotto di Men, martians and machines (Hansen) dei Gamma Ray [Noise]

Men, martians and machines

From out of space we came on to the earth
From far away on solar beams
A dying race to find survival here
For our kind to plant our seeds

Our analysis of the atmosphere
Was good and so we touched the ground
A rising simple structured life form there
Seemed to be perfect what we’d found

We think in anger of our fallin dream
Our home is now a fading light
The cracks appeared and
they where pointing at the end
And so we came to save our lives

Men, Martians and Machines

You were too young to understand our plans
To see the things up in the sky
We were the gods and we have tought you well
And so we fond eternal life

We gained control upon our destiny
Our ships were flying everywhere
The cracks appeared our plan
was bound to fall again
And now the circle’s closing in

Men, Martians and machines

We can’t control
our human sacrifice
Again we fear for our lives
The cracks appeared our brains
start to distort again
Now we gonna say goodbye

Men, Martians and Machines

Uomini, marziani e macchine

Dallo spazio arrivammo sulla terra
Da molto lontano su raggi solari
Una razza morente che cerca sopravvivenza qui
A piantare i semi della nostra specie

La nostra analisi dell’atmosfera
Fu buona e allora toccammo il suolo
Una forma di vita dalla struttura semplice
Sembrò perfetto ciò che trovammo

Pensiamo con rabbia al nostro sogno decaduto
La nostra casa adesso è una luce che svanisce
Le crepe apparvero e
stavano puntando alla fine
E allora venimmo per salvare le nostre vite

Uomini, marziani e macchine

Eri troppo giovane per capire i nostri piani
Per vedere le cose su nel cielo
Noi eravamo gli Dei e ti insegnammo bene
E allora trovammo vita eterna

Guadagnammo il controllo del nostro destino
Le nostre navicelle volavano dappertutto
Le crepe apparvero, i nostri piani
erano destinati a fallire di nuovo
E ora il cerchio si sta chiudendo

Uomini, marziani e macchine

Non possiamo controllare
il nostro sacrificio umano
Ancora temiamo per le nostre vite
Le crepe sono apparse e i nostri cervelli
iniziano a distorcere di nuovo
Ora dobbiamo dire addio

Uomini, marziani e macchine

* traduzione inviata da Davide Diamanti

Gamma Ray - Somewhere Out in SpaceLe traduzioni di Somewhere Out in Space

01.Beyond the black hole • 02.Men, martians and machines • 03.No stranger (another day in life) • 04.Somewhere out in space • 05.The guardians of mankind • 06.The landing • 07.Valley of the Kings • 08.Pray • 09.The winged horse • 10.Cosmic chaos (strumentale) • 11.Lost in the future • 12.Watcher in the sky • 13.Rising star (strumentale) • 14.Shine on • 15.Return to fantasy

Tags: - Visto 33 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .