Old lighthouse tale – Novembre

Old lighthouse tale (Racconto del vecchio faro) è la traccia numero nove del sesto album dei Novembre, Dreams d’Azur, pubblicato il 25 novembre del 2002.

Formazione Novembre (2006)

  • Carmelo Orlando – voce, chitarra, tastiere
  • Massimiliano Pagliuso – chitarra
  • Antonio Poletti – chitarra
  • Giuseppe Orlando – batteria

Traduzione Old lighthouse tale – Novembre

Testo tradotto di Old lighthouse tale (Carmelo Orlando) dei Novembre [Century Media Records]

Old lighthouse tale

Life blows cold at my face now
And I see it and I suffer it again
A frame after the other
A second after the other

A guitar screams
as I reach my last shore
In front of me there’s just a sea
The immense sea of a last goodbye
And behind me, emptiness
Just the emptiness of a life

I’ve tried, but I can’t see nothing else
No more romanticism in this waves
No more poetry in the eternal hate
Between the sea and the sky

Hate, hate breeding
the unreachability of the horizon

I felt the fury of centuries
eating this rocks away
I’ve seen the millennia
sweeping away millions of mortals
Dying still searching for
the meaning of this striving in vain
Striving just to disappear
into the oblivion of an abyss

These waves to infinity
are calling me know
And I’d never thought
their call could
ever be so irresistible
I join them, I drown in them,
I lust with them, I pass
I pass away by them
as I’m as one with them now

Racconto del vecchio faro

La vita soffia freddo sulla mia faccia ora
E io lo vedo e ne soffro ancora
Un frammento dopo l’altro
Un secondo dopo l’altro

Una chitarra urla
mentre raggiungo la mia ultima spiaggia
Di fronte a me c’è solo un mare
L’immenso mare di un ultimo addio
E dietro di me, il vuoto
Solo il vuoto di una vita.

Ci ho provato, ma non riesco a vedere null’altro
Niente più romanticismo in queste onde
Niente più poesia nell’odio eterno
Tra il mare e il cielo.

L’odio, l’odio che alimenta
l’irraggiungibilità dell’orizzonte.

Ho sentito la furia di secoli
Che mangiava via queste rocce
Ho visto i millenni
spazzare via milioni di mortali,
Che morivano ancora in cerca
del significato di questo sforzo invano,
sforzandosi soltanto di scomparire
nell’oblio di un abisso.

Queste onde all’infinito
mi stanno chiamando ora
E non avrei mai pensato
che il loro richiamo
potesse essere così irresistibile.
Mi unisco a loro, affogo in loro,
bramo con loro,
Me ne vado via da loro
Mentre sono tutt’uno con loro ora.

* traduzione inviata da Fabrizio

Novembre - Dreams d'AzurLe traduzioni di Dreams d’Azur

01.The dream of the old boats • 02.Novembre • 03.Nottetempo (italiano) • 04.Let me hate • 05.Sirens in filth • 06.Swim seagull in the sky • 07.The music • 08.Marea • 09.Old lighthouse tale • 10.The white eyed • 11.Neanderthal sands • 12.Christal

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

??!