Orphan – Whitechapel

Orphan (Orfano) è la traccia numero otto dell’ottavo album dei Whitechapel, Kin, pubblicato il 29 ottobre del 2021. [♫ video ufficiale  ♫]

Formazione Whitechapel (2021)

  • Phil Bozeman – voce
  • Ben Savage – chitarra
  • Alex Wade – chitarra
  • Zach Householder – chitarra
  • Gabe Crisp – basso
  • Alex Rüdinger – batteria

Traduzione Orphan – Whitechapel

Testo tradotto di Orphan dei Whitechapel [Metal Blade]

Orphan

It’s just the way it is
How did I find myself to be
so pitiful and vulnerable
And I lay my head
upon an empty heartbeat
I’m alone and I’m miserable

It’s just the way that it is and it’s hopeless now
I’ll never leave the prison inside my head
No one will ever understand the way it feels
To shut out the emotion
that drives me back to you

Is that your voice that I hear
Is that the touch that I had once feared
Is that the way that you look now
Is this what we are

Cynical ole me, beckoning for company
An illusion that I dream of in a nightmare
What do I care if you’re here
and there’s nothing left
Inside of your hollow shell
I’m still alone, I’m still miserable
Is there hope somewhere
in this case of flesh we call our home
I don’t feel it
Mother, father please go back to sleep
I can’t bare to see you barely alive
We’re all alone, we’re all miserable

Forget my voice
Forget my eyes
My heart is content now
to betray my insides

Orfano

È così com’è
Come ho fatto a essere
così pietoso e vulnerabile?
E poso la mia testa
su un vuoto battito del cuore
Sono solo e sono infelice

È proprio così e ora è senza speranza
Non lascerò mai la prigione nella mia testa
Nessuno capirà mai come ci si sente
a tenere lontana l’emozione
che mi riporta a te

È la tua voce che sento?
È questo il tocco che una volta avevo temuto?
È così che sembri adesso?
Questo è ciò che siamo?

Io vecchio cinico, chiamo per farmi compagnia
Un’illusione che sogno in un incubo
Che mi importa se sei qui
e non c’è più niente
Dentro il tuo guscio vuoto
Sono ancora solo, sono ancora infelice
C’è speranza da qualche parte
in questa scatola di carne che chiamiamo casa?
Non lo sento
Madre, padre, per favore, tornate a dormire
Non sopporto di vedervi a malapena vivi
Siamo tutti soli, siamo tutti infelici

Dimenticate la mia voce
Dimenticate i miei occhi
Il mio cuore è contento ora
di tradire quello che ho dentro

Cosa ne pensi? La canzone ti piace?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *