Sickman – Alice In Chains

Sickman (Uomo malato) è la traccia numero quattro del secondo album degli Alice In Chains, Dirt, pubblicato il 29 settembre del 1992.

Formazione Alice In Chains (1992)

  • Layne Staley – voce, chitarra
  • Jerry Cantrell – chitarra
  • Mike Starr – basso
  • Sean Kinney – batteria

Traduzione Sickman – Alice In Chains

Testo tradotto di Sickman (Staley, Cantrell) degli Alice In Chains [Columbia]

Sickman

What the hell am I?
Thousand eyes, a fly
Lucky then I’d be
In one day deceased

Sickman, sickman, sickman

I can feel the wheel,
but I can’t steer
When my thoughts
become my biggest fear

Ah, what’s the difference, I’ll die
In this sick world of mine

What the hell am I?
Leper from inside
Inside wall of peace
Dirty and diseased

Sickman, sickman, sickman, sickman

I can see the end
is getting near
I won’t rest until
my head is clear

Ah, what’s the difference, I’ll die
In this sick world of mine

Can you see the end?
Choke on me my friend
Must to drown these thoughts
Purity over rot

"Yeah, though I walk through
the valley of rape and despair
With head high and eyes alert
I tread on a plane of many
We who are of good nature and intention,
But cannot touch on the dark
Recesses of memory
And pain learned, so come walk
With me, feel the pain,
And release it…"

What the hell am I?
Worn eroded pride
Saddened 10 miles wide
I’m gonna let it slide

Sickman, sickman, sickman, sickman

I can feel the wheel,
but I can’t steer
When my thoughts
become my biggest fear

Ah, what’s the difference, I’ll die
In this sick world of mine

Uomo malato

Che diavolo sono io?
Mille occhi, una mosca
Allora sarei fortunato
se morissi in un giorno

Un uomo malato

Posso sentire il volante
Ma non riesco a sterzare
Quando i miei pensieri
diventano la mia più grande paura

Ah, qual è la differenza, io morirò
In questo mio mondo malato

Che diavolo sono io?
Lebbroso dall’interno
Dentro un muro di pace
sporco e infetto

Un uomo malato

Vedo che la fine
si sta avvicinando
ma non avrò riposo finché
la mia mente non sarà ripulita.

Ah, qual è la differenza, io morirò
In questo mio mondo malato

Riesci a vedere la fine?
Mi soffoca, amico mio
Devo annegare questi pensieri
Purezza sul marciume

Sì, sto camminando nella
valle della violenza e della disperazione.
A testa alta e con gli occhi vigili
Percorro un piano di molti
Noi che siamo di buona natura e intenzione,
Ma non possiamo toccare l’oscurità
Recessi della memoria
E il dolore imparato, quindi vieni a camminare
Con me, senti il dolore
E rilascialo…"

Che diavolo sono io?
Il mio orgoglio logo ed eroso
Tristezza larga 10 miglia
La lascerò andare

Un uomo malato

Posso sentire il volante
Ma non riesco a sterzare
Quando i miei pensieri
diventano la mia più grande paura

Ah, qual è la differenza, io morirò
In questo mio mondo malato

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]
Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *