Sins of idealism – After Forever

Sins of idealism (Peccati di idealismo) è la traccia numero quattro del terzo album degli After Forever, Invisible Circles, pubblicato il 25 marzo del 2004.

Formazione After Forever (2004)

  • Floor Jansen – voce
  • Bas Maas – chitarra
  • Sander Gommans – chitarra
  • Luuk van Gerven – basso
  • Andre Borgman – batteria
  • Lando van Gils – tastiere

Traduzione Sins of idealism – After Forever

Testo tradotto di Sins of idealism (Jansen) degli After Forever [Transmission]

Sins of idealism

(Child) Hello father, hello mother;
There is so much I don’t get
Please don’t be mad at me;
I will try harder
I’ll really do the best I can
(Mother) That’s not enough
You’re the cause of my domestic captivity

(Child) And I will close my eyes and fantasize
Of a world that’s not so cold
(Mother) That’s how it will be
Suffer the causes of my personal misery
I’ve sacrificed my beauty
My freedom, my dreams
The independent me

(Child) Hello father, hello mother;
Don’t blame me for things I didn’t do
Yes, I will go now and I’ll be silent;
Please stop your screaming, and love me
(Mother) That’s all you can see
Speak of love while you’ve ruined
What’s meant to be

(Child) And then I’ll close my eyes
To fantasize of a world
Where I can be free
And free to be

(Contemplative) Sinner or righteous
The line is so thin
Can you condemn it
Can you be the one to judge it all
Or accuse yourself
if the sentence is your life?

(Child) Hello father, hello mother;
Forgive me for standing in your way
I just wanted someone
who’d hold me and listen
Are these illusions, are they
(Mother) Only fantasies?
Imagine how my life
could have been
I would still have my beauty
My freedom, my dreams
The independent me

(Contemplative) Our course in life
is a path we must take alone
No one can choose what to do
Only you, so the sins
we commit are the struggles within
There is no judge to decide
what is right, what is wrong

Tell me, can you live in freedom
Knowing that your choice hurt someone

(Father) Once we had a life
and now we have you
The saviour of love is a catastrophe
I’ll leave you both
if I must give up my dreams
My chances aren’t here with you
I won’t be chained because of this

The sins of all, the sinner in me
I follow my dreams, you call it blasphemy
If my ideals are sins
To me they are the strength within
Then I shall stay a sinner

(Child) I can be free
And free to be

(Contemplative) Sinner or righteous
The line is so thin
Can you condemn it
Can you be the one to judge it all
Or accuse yourself
if the sentence is your life?

Peccati di idealismo

(Bimba) Buongiorno padre, buongiorno madre;
C’è così tanto che non capisco
Per favore non arrabbiatevi con me;
mi impegnerò di più
Farò il mio meglio
(Madre) Non basta
Tu sei la causa della mia cattività domestica

(Bimba) E chiuderò gli occhi e fantasticherò
di un mondo che non è così freddo
(Madre) Ecco come sarà
Soffrire le cause della mia personale infelicità
Ho sacrificato la mia bellezza
La mia libertà, i miei sogni
L’indipendente me stessa

(Bimba) Buongiorno padre, buongiorno madre;
Non date la colpa a me per cose che non ho fatto
Si, andrò ora e starò quieta;
Per favore smettete di urlare, e amatemi
(Madre) Questo è tutto ciò che capisci
Parli d’amore mentre hai rovinato
Ciò che s’intende sia

(Bimba) E allora chiudero’ i miei occhi
Per fantasticare di un mondo
Dove posso essere libera
E libera di essere

(Contemplativo) Peccatore o giusto
Il confine è così sottile
Puoi condannarlo
Puoi essere tu a giudicare tutto
O ad accusare te stesso
se la sentenza è la tua vita?

(Bimba) Buongiorno padre, buongiorno madre;
Perdonatemi per esservi di intralcio
Volevo soltanto qualcuno
che mi abbracciasse ed ascoltasse
Sono illusioni, lo sono
(Madre) Solo fantasie?
Immagina come la mia vita
avrebbe potuto essere
Avrei ancora la mia bellezza
La mia libertà, i miei sogni
L’Indipendente me stessa

(Contemplativo) Il nostro corso nella vita
è un cammino che dobbiamo fare da soli
Nessuno può scegliere cosa fare
Soltanto tu, pertanto i peccati
che commettiamo sono le lotte intime
Non c’è giudice a decidere
cosa è giusto, cosa è sbagliato

Dimmi, puoi vivere in libertà
Sapendo che le tue scelte feriscono qualcuno

(Padre) Una volta avevamo una vita
ed ora abbiamo te
La salvatrice dell’amore è una catastrofe
Vi lascerò entrambe
se devo rinunciare ai miei sogni
Le mie opportunità non sono qui con voi
Non sarò incatenato a causa di questo

I peccati di tutto, il peccatore in me
Io seguo i miei sogni, chiamala blasfemia
Se i miei ideali sono peccati
Per me sono la forza interiore
Pertanto sarò un peccatore

(Bimba) io posso essere libera
E libera di essere

(Contemplativo) Peccatore o giusto
Il confine è così sottile
Puoi condannarlo
Puoi essere tu a giudicare tutto
O ad accusare te stesso
se la sentenza è la tua vita?

* traduzione inviata da Alberto

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *