The introvert – Superjoint Ritual

The introvert (L’introverso) è la traccia numero quattro del primo album dei Superjoint Ritual, Use Once and Destroy, pubblicato il 21 maggio del 2002.

Formazione Superjoint Ritual (2002)

  • Phil Anselmo – voce, chitarra
  • Jimmy Bower – chitarra, basso
  • Joe Fazzio – batteria

Traduzione The introvert – Superjoint Ritual

Testo tradotto di The introvert (Anselmo, Bower, Fazzio) dei Superjoint Ritual [Sanctuary]

The introvert

Leave well enough alone,
annihilate the telephone
Be what only you can see,
a curious and odd belief
Meant to walk the crooked mile
Never blink, never smile
Sees itself in nothing much
A skeletal emotion push

Unrising, slumped over
The dank seasons are controlling

Leave well enough alone,
annihilate the telephone
Be what only you can see,
a curious and odd belief
Meant to walk the crooked mile
Never blink, never smile
Sees itself in nothing much
A skeletal emotion push

Unrising, slumped over
The dank seasons are controlling

The dropping ladder of crucifixion
Of crooked eyes, one green, one blue
A Mongoloid gaze

Unrising, slumped over
The dank seasons, are controlling

A “never had”, a “never will”
In the syringe being pushed through
The leverage that pulls it over
Is dropping into the moot,
drowning on a sinking boat
The pressure brings it up, then down

L’introverso

Lasciar abbastanza bene da solo,
annienta il telefono
Sii solo quello che puoi vedere,
una credenza curiosa e dispari
Lo scopo era camminare il miglio distorto
Non battere ciglio, non sorridere
Si vede nel nulla, tanto
Una spinta di emozione scheletrica

Ribellati, accasciati
Le stagioni umide sono controllate

Lasciar abbastanza bene da solo,
annienta il telefono
Sii solo quello che puoi vedere,
una credenza curiosa e dispari
Lo scopo era camminare il miglio distorto
Non battere ciglio, non sorridere
Si vede nel nulla, tanto
Una spinta di emozione scheletrica

Ribellati, accasciati
Le stagioni umide sono controllate

La cadente scala della crociffisione
Degli occhi distorti, uno verde, uno blu
Uno sguardo mongoloide

Ribellati, accasciati
Le stagioni umide sono controllate

Un “mai avuto” o “mai vorrò”
In una siringa, essere spinti
L’effetto leva che tira
Sta cadendo nella discussione,
sprofondando in una barca affondabile
La pressione ti tira su, poi giù

* traduzione inviata da El Dalla

Tags: - Visto 87 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .