The paradox – At The Gates

The paradox (Il paradosso) è la traccia numero due del settimo album dei At the Gates, The Nightmare of Being, pubblicato il 2 luglio del 2021. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione At The Gates (2021)

  • Tomas Lindberg − voce
  • Jonas Stålhammar − chitarra
  • Martin Larsson − chitarra
  • Jonas Björler − basso
  • Adrian Erlandsson − batteria

Traduzione The paradox – At The Gates

Testo tradotto di The paradox degli At the Gates [Century]

The paradox

Prodigious dreams, entangled and black
Coiled in the corners of life
Hallucinations, engraved in our bones
Futile, monotonous lives

The poison circle, eyes within eyes
How black our madness to be
Spectral salvation, unfurling itself
Through labyrinthian nights

To carry these dead notes
As we stare into the abyss
Our ruin, twisted and black
Into the starving void

Dehumanization of our art and culture
Parent of horrors to be
Mankind is nothing but self-conscious flesh
The triumph of our own deceit

The structures they now crumble
The fevered liturgy
Black with the scars of madness
We hide within our crypts

Through mad winds of terror
Dreams are disturbed
In pulse after heaven-wide pulse
Older than darkness, colours unknown
Within the pit of death

Heroic dreams now trampled
By figures in rust-coloured robes
A region, illuminated
Into the nuclear dawn

The structures they now crumble
The fevered liturgy
Black with the scars of madness
We hide within our crypts

And as all hope turns to black
Into the dreamless night
As all hope turns to black
Of pessimism and paradox

No hope – all black
No hope – all black

And as all hope turns to black
Into the dreamless night
As all hope turns to black
Of pessimism and paradox

Of pessimism and paradox
Of pessimism and paradox

Il paradosso

Sogni prodigiosi, aggrovigliati e neri
Intorcigliati negli angoli della vita
Allucinazioni, incise nelle nostre ossa
Vite futili e monotone

Il cerchio velenoso, occhi negli occhi
Com’è nera è la nostra follia
Salvezza spettrale, che si dispiega
Attraverso notti labirintiche

Per portare queste note morte
Mentre fissiamo l’abisso
La nostra rovina, contorta e nera
Nel vuoto affamato

Disumanizzazione della nostra arte e cultura
Genitore degli orrori che saranno
L’umanità non è altro che carne autocosciente
Il trionfo del nostro inganno

Le strutture ora crollano
La febbrile liturgia
Nero con le cicatrici della follia
Ci nascondiamo nelle nostre cripte

Attraverso folli venti di terrore
I sogni sono disturbati
Impulso dopo impulso celeste
Più vecchio dell’oscurità, colori sconosciuti
Nella fossa della morte

Sogni eroici ora calpestati
Da figure in vesti color ruggine
Una regione, illuminata
Nell’alba nucleare nuclear

Le strutture ora crollano
La febbrile liturgia
Nero con le cicatrici della follia
Ci nascondiamo nelle nostre cripte

E mentre ogni speranza diventa nera
Nella notte senza sogni
Mentre tutta la speranza diventa nera
Di pessimismo e paradosso

Nessuna speranza – tutto nero
Nessuna speranza – tutto nero

E mentre ogni speranza diventa nera
Nella notte senza sogni
Mentre tutta la speranza diventa nera
Di pessimismo e paradosso

Di pessimismo e paradosso
Di pessimismo e paradosso

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *