The wretched – Tristania

The wretched (I miserabili) è la traccia numero tre del quarto album dei Tristania, Ashes, pubblicato il primo febbraio del 2005.

Formazione Tristania (2005)

  • Vibeke Stene – voce femminile
  • Østen Bergøy – voce maschile
  • Kjetil Ingebrethsen – voce death, chitarra
  • Anders Høvyvik Hidle – chitarra
  • Rune Østerhus – basso
  • Kenneth Olsson – batteria
  • Einar Moen – tastiere

Traduzione The wretched – Tristania

Testo tradotto di The wretched (Kjartan Hermansen) dei Tristania [SPV]

The wretched

Welcome, my friend
(Now) It’s you and I
Do you sense the eye that watches you?
Can you feel her muted scream?
This is our very own horrid dream

Can you hear her hollow cry?
From the other side
You can’t see her – you can’t reach her
But you feel her watching you

Now she sings her lullaby
The sun has died
This is the voyage that never ends

A black light
The lost souls are craving
Clinging to their last glimpse of hope
The restless won’t leave you alone
You cannot set them free
The blood flows
Your fear grows
Awaiting an accident
Veiled eyes
See right through your darkened mind
You cannot set them free

The song of demons plays on the wind
Can you hear the wretched’s call?
Their shuffling feet
Your pounding heart
Now you know you’re falling
Chanting words you do not catch
Their cries for help you never sensed
An organic mass of despair
This nightly mare

They cry your name, which is silence
They play their game, which is violence

Unsound.

I miserabili

Benvenuto, amico mio
Ora siamo tu ed io
Percepisci l’occhio che ti osserva?
Riesci a sentire il suo urlo muto?
Questo è il nostro orribile sogno

Riesci a sentire il suo pianto vuoto?
Dall’altro lato
Non puoi vederla – non puoi raggiungerla
Ma senti che ti sta guardando

Ora canta la sua ninna nanna
Il sole è morto
Questo è il viaggio che non finisce mai

Una luce nera
Le anime dannate stanno bramando
Stringendosi al loro ultimo bagliore di speranza
Gli irrequieti non ti lasceranno solo
Non puoi liberarli
Il sangue scorre
La tua paura cresce
Aspettando un incidente
Occhi velati
Guardano dritto nella tua mente annebbiata
Non puoi liberarli

La canzone dei demoni risuona nel vento
Riesci a sentire la chiamata dei miserabili?
I loro piedi che strisciano
Il tuo cuore che batte
Ora sai che stai cadendo
Cantando parole che non comprendi
Non sentirai mai le loro grida d’ aiuto
Una massa organica di disperazione
Questo incubo

Gridano il tuo nome, che è Silenzio
Fanno il loro gioco, che è la violenza

Senza un suono.

* traduzione inviata da Qwerty

Tags: - Visto 17 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .