The zodiac – Kamelot

The zodiac (Lo zodiaco) è la traccia numero quattro del nono album dei Kamelot, Poetry for the Poisoned pubblicato il 10 settembre del 2010. Il brano vede la partecipazione di Amanda Sommerville e Jon Oliva.

Formazione Kamelot (2010)

  • Roy Khan – voce
  • Thomas Youngblood – chitarra
  • Sean Tibbetts – basso
  • Casey Grillo – batteria
  • Oliver Palotai – tastiere

Traduzione The zodiac – Kamelot

Testo tradotto di The zodiac (Khan, Youngblood, Paeth) dei Kamelot [Edel]

The zodiac

She was so kind to me,
she sang her little shadow song.
And I could not resist it,
bitter blood, come sing along.

With your hand upon the bible
would you swear that is the truth?
The whole truth and the truth alone!

If she had only shut her mouth…

Shattered memories
of quiet cold rejection.
A careful Devil’s irony
in pure perfection, in pure deceit.

You ask me,
was it all I had to tell?
Was it all I could recall?

Know that I broke her neck,
a twisted china white visage.
I may seem unaffected,
but don’t we all want to be God?

Is it all you can remember,
would you swear it on your life?

You will never really know
my name without reflection.
A careful Devil’s irony
in pure perfection, in pure deceit.

But in the moment it’s so beautiful.
Flow along with a hunger,
with the nature of the beast.

These are shattered memories
of quiet cold rejection.
A careful Devil’s irony
in pure perfection.

You will never really know
my name without reflection.
A careful Devil’s irony
in pure perfection, in pure deceit.

Lo zodiaco

Era così gentile con me
Ha cantato la sua canzoncina premonitrice
e non ho potuto resistere
sangue amaro, continuava a cantare

Con la tua mano sulla Bibbia
giurerai che è la verità?
Tutta la verità e la verità soltanto?

Se solo avesse tenuto la bocca chiusa…

Ricordi spezzati
di un freddo e calmo rifiuto
Un’attenta ironia del diavolo
in pura perfezione, in puro inganno.

Mi chiedi,
era tutto ciò che dovevo dire?
Era tutto ciò che riuscivo a ricordare?

So che le ho rotto il collo
un volto orientale e pallido
potrei sembrare insensibile
ma non vogliamo essere tutti Dio?

È tutto quello che riesci a ricordare
lo giureresti sulla tua vita?

Non conoscerete mai
il mio nome senza riflessione
Un’attenta ironia del diavolo
in pura perfezione, in puro inganno.

Ma al momento è così bello
Fluire insieme alla fame
con la natura della bestia

Questi sono ricordi spezzati
di un freddo e calmo rifiuto
Un’attenta ironia del diavolo
in pura perfezione, in puro inganno.

Non conoscerete mai
il mio nome senza riflessione
Un’attenta ironia del diavolo
in pura perfezione, in puro inganno.

Tags: - Visto 22 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .