Van a rodar cabezas – Mägo de Oz

Van a rodar cabezas (Salteranno alcune teste) è la traccia numero nove del quinto album dei Mägo de Oz, Gaia, pubblicato l’8 settembre del 2003.

Formazione Mägo de Oz (2003)

  • José Andrëa – voce
  • Carlitos – chitarra
  • Frank – chitarra
  • Sergio Martínez – basso
  • Txus Di Fellatio – batteria
  • Kisquilla – tastiere
  • Mohamed – violino, viola
  • Fernando Ponce de León – flauto

Traduzione Van a rodar cabezas – Mägo de Oz

Testo tradotto di Van a rodar cabezas dei Mägo de Oz [Locomotive Music]

Van a rodar cabezas

Si he de morir, será luchando
Por ver crecer a mi pueblo aquí
Y perderé en un suspiro
Lo que en una vida tardé en construir

Si he de vivir, no será mendigando
Por mi cultura y por lo que creí
Si he de caer, será al menos luchando
Porque no secuestren mi libertad

Si he de callar, lo haré dejando
Que hable por mi, el viento de aquí
No quiero ver a mi pueblo adorando
A un Dios que no puede al sol oír

Si he de gritar mi odio irá levantando
Tal tempestad que ira os helará
Si he de matar no será asesinando
El hombre blanco lo hace, no por sobrevivir

Se que llegará el día
En que llueva libertad
Y que escrito en la luna
Con la tinta de un clavel
Se lea “vive en paz”

No dejes que la melancolía
De tu memoria sea el retrovisor
No dejes que una frontera consiga
Determinar el país de una flor

Beso el suelo y de rodillas
Me despido de la mar
En otra vida volveré
Hoy van a rodar cabezas
Hoy van a rodar

Salteranno alcune teste

Se devo morire, sarà lottando
per vedere crescere il mio popolo qui
e perderò in un sospiro
tutto quello che in una vita ho costruito

Se devo vivere, non sarà mendicando
per la mia cultura e per quello in cui credo
Se devo cadere, sarà almeno combattendo
perché non sequestrino la mia libertà

Se dovessi stare zitto, lo farò lasciando
che parli per me il vento di qui
Non voglio vedere la mia gente che adora
Un Dio che non può sentire il sole

Se devo urlare, il mio odio scatenerà
una tempesta che la mia rabbia ti congelerà
Se devo uccidere, non sarà assassinando
l’uomo bianco lo fa ma non per sopravvivere

So che arriverà il giorno
in cui pioverà la libertà
e che scritto sulla luna
con l’inchiostro di un garofano
si leggerà “vivi in pace”

Non lasciare che la malinconia
sia il retrovisore della tua memoria
Non lasciare che una frontiera riesca
a determinare il paese di un fiore

Bacio la terra e in ginocchio
mi congedo dal mare
In un’altra vita ritornerò
Oggi salteranno delle teste
oggi salteranno

Tags: - Visto 19 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .