Dominhate – Elvenking

Dominhate è la traccia numero dieci del quarto album degli Elvenking, The Scythe, pubblicato il 14 settembre del 2007. Il titolo è un gioco di parole, Dominate = Dominare – Hate = Odio. Quindi può essere pensato sia come dominare il proprio odio che come dominato dal proprio odio.

Formazione Elvenking (2007)

  • Damna – voce
  • Aydan – chitarra
  • Gorlan – basso
  • Zender – batteria
  • Elyghen – tastiere, violino

Traduzione Dominhate – Elvenking

Testo tradotto di Dominhate (Damna) degli Elvenking [AFM]

Vi sono persone che non riescono a rispondere ad un’unica definizione, ad un unico animo, ma racchiudono in se molteplici sfaccettature anche inconciliabili ed opposte tra loro che le porta ad essere ora miti e gentili ora rabbiose e violente. Quando si comprende che l’ora della fine sta per giungere, quale parte sarà quella ricordata? Cosa sarà rimasto di loro in questo mondo? Spesso non vi sarà risposta, se non quella che si spera dentro di noi di ricevere

Dominhate

(A day of Life, a night of Sex
I’m going through every kind of excess
Till I find myself hating the mirror
Where a Stranger sees me clad in terror)

A lullaby of personalities
Introduce another side of me
A demonic twist of Fate
Trying to dominate my hate
Whip my soul and caress my flesh
‘til the whines melody still lasts
A burning wish, a lechery
There’s a demon in me

I guess I will be falling,
I can’t deny
Into a hole of fire that shines so bright

If I am ready for the calling?
I cannot tell
I’m reaching for the skies or the flames of hell

So the moment has arrived now,
it sounds so strange
I though it would be different
what has changed?

The love, the proud and the libertine
– remember what you were?
Has left his evil flowers
for his Christine

…And with them all her sins

Whip my soul and caress my flesh
till the whines melody still lasts
A burning wish, a lechery
There’s a demon in me

The dirty shameful and obscene
– so shameful Was that me?
Has dug a humid grave
for another Catherine

…another name to sin…with…

Face the side of me that hates
The side of my disgrace
Where I could not step in

Thanks to all of you
who had so much patience
And so much passion for my soul
You can’t understand
all the importance you had
And how much you have meant
To this little life that I have lived

And to all the rest
to whom tried to bring me
Down and to wound my own trust
You stole my innocence
destroyed ideals
And you need to be damned
I am cursing you from down below

Look me in the eyes
And face all my blinded hate
I would be afraid cause I will get ya!

Please, remember me and don’t forget
Remember me for what I really was

You, a sweet verse of poetry
The flavour of a life that fades away

Time to say good bye,
to finish what’s undone
Time for a last kiss
before she has gone
Save best for last?

Take another night another’s passing by
Dark will cover all will eclipse and hide
The lives of all

You, a sweet verse of poetry
The flavor of a life that fades away

(On that Night of Nights,
She came my way
Under the rain, dirty with agony and pain
Death of sorrow, Death of misery
The scythe has fallen… was it for me?)

Dominhate

(Un giorno nella vita, una notte di sesso
sono passato attraverso ogni genere di eccesso
Fino a quando ho iniziato a odiarmi allo specchio
Che rifletteva uno straniero, in preda al terrore)

Una dolce melodia di personalità
Presenta un’altro lato di me
E’ un demoniaco intreccio del destino
Provare a dominare il mio odio
Lacera il mio animo e accarezza la mia carne
Finchè ancora restano i dolci mormorii
Una speranza ardente, un desiderio
C’è un demone in me.

Penso che cadrò,
non posso negarlo
In un abisso di fiamme che brilla così intenso

Se sono pronto alla chiamata?
Non so dire
Raggiungerò il cielo o le fiamme dell’inferno?

Quindi il momento è arrivato,
suona così strano
Pensavo sarebbe stato diverso,
cos’è cambiato?

L’amorevole, l’orgoglioso, il libertino
– ricordi ciò che eri?
Ha lasciato i suoi malvagi fiori
per la sua Christine.

…e con loro ogni suo peccato

Lacera il mio animo e accarezza la mia carne
Finchè ancora restano i dolci mormorii
Una speranza ardente, un desiderio
C’è un demone in me.

Lo sporco, vergognoso e osceno
– così vergognoso era quel me stesso?
Ha scavato un’umida tomba
per un’altra Catherine

…un altro nome da maledire…con me

Affronto il lato di me che odia
La parte delle mie disgrazie
Che non riesco a ricordare

Grazie a tutti coloro
che hanno avuto così tanta pazienza
A così tanta passione per la mia anima
Non potete capire
l’importanza che avete avuto
E quanto avete significato
In questa piccola vita che ho vissuto.

E a tutti coloro
che hanno cercato di abbattermi
E di ferire la mia fiducia in me stesso
Avete rubato la mia innocenza,
distrutto i miei ideali,
E dovreste essere dannati
Vi maledirò dall’oltretomba

Guardatemi negli occhi
E affrontate il mio odio cieco
Fossi in voi sarei preoccupato, perchè vi avrò!

Vi prego, ricordatemi e non dimenticate
Ricordatemi per ciò che realmente ero

Tu, un dolce verso di poesia
Il sapore d’una vita che scompare via

Tempo di dire addio,
di finire ciò che è incompiuto
Tempo per un ultimo bacio
prima che lei vada via
Si lascia il meglio per ultimo?

Prendo un’altra notte, un’altra sta finendo
L’oscurità calerà su ogni cosa e inghiottirà
La vita di ciascuno di noi

Tu, un dolce verso di poesia
Il sapore d’una vita che scompare via

(In questa notte delle notti,
lei ha attraversato la mia via
Sotto la pioggia, adorna d’agonia e dolore
La morte del dolore, la morte della miseria,
La falce è calata…era forse per me?)

* traduzione inviata da Jamie 52

Tags: - 106 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .