The cage – Red Lamb

The cage (La gabbia) è la traccia numero due dell’album omonimo di debutto dei Red Lamb, pubblicato il 6 febbraio del 2012.

Formazione Red Lamb (2012)

  • Don Chaffin – voce
  • Dan Spitz – chitarra
  • Patrick Johansson – batteria
  • Chris Vrenna – tastiere

Traduzione The cage – Red Lamb

Testo tradotto di The cage (Dave Mustaine, Dan Spitz) dei Red Lamb [Mig-Music]

The cage

Hush now baby
don’t you cry
I can’t wipe
your teary eyes
You look at me terrified
Oh baby don’t you cry

Invade my dreams
Every night
Claw for air
I can’t breathe
Fight for life
Every night
Trip to nowhere
Celestial flight
The trip was
Oh so real
And dying just
Blew my mind

He told me, “Son?”
Walk
A walk
Not by-sight
But-by faith
He told me, “Son?”
Talk
Of love and of hope everyday
I asked my friend
Oh when will it end?
He said again and again
In His time

For 40 years
Or was it
40 nights
A living hell
I’m not dying
In the desert
Not tonight
Trip to heaven
Celestial flight
I’m almost there
Milk and honey
It tastes so real
Blew my mind

He told me, “Son?”
Walk
A walk
Not by-sight
But-by faith
He told me, “Son?”
Talk
Of love and of hope everyday
I asked my friend
Oh when will it end?
He said again and again
In His time

My torment has been legendary
Persecution and insufferable rage
I left my dead self in a cemetery
A damnable soul set free from its cage

Hush now baby
don’t you cry
I can’t wipe
your teary eyes
You look at me terrified
Oh baby don’t you cry

La gabbia

Calma adesso baby
non piangere
non riesco ad asciugare
i tuoi occhi pieni di lacrime
Mi guardi terrorizzata
Oh baby, non piangere

Invade i miei sogni
ogni notte
graffia l’aria
non riesco a respirare
Lotto per la vita
ogni notte
Viaggio verso il nulla
un volo celeste
il viaggio era
oh così reale
morendo appena
mi ha lasciato senza fiato

Mi ha detto ”Figlio?”
Cammina
una passeggiata
non a vista
ma a fede
Mi ha detto ”Figlio?”
Parla
di amore e di speranza ogni giorno
Ho chiesto ad un mio amico
oh quando finirà?
Mi ha detto ancora e ancora
nella sua ora

Per quaranta anni
o erano
quaranta notti
una vita d’inferno
Non sto morendo
nel deserto
non stanotte
viaggio per il paradiso
volo celeste
Ci sono quasi
latte e miele
Un sapore così reale
mi ha lasciato senza fiato

Mi ha detto ”Figlio?”
Cammina
una passeggiata
non a vista
ma a fede
Mi ha detto ”Figlio?”
Parla
di amore e di speranza ogni giorno
Ho chiesto ad un mio amico
oh quando finirà?
Mi ha detto ancora e ancora
nella sua ora

Il mio tormento è stato leggendario
La mia persecuzione e rabbia insopportabile
Ho lasciato me stesso morto in un cimitero
Un’anima maledetta liberata dalla sua gabbia

Calma adesso baby
non piangere
non riesco ad asciugare
i tuoi occhi pieni di lacrime
Mi guardi terrorizzata
Oh baby, non piangere

Tags: - 111 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .