The Trooper – Iron Maiden

The Trooper (Il soldato) è la traccia numero cinque ed il secondo singolo del quarto album degli Iron Maiden, Piece of mind, pubblicato il 16 maggio 1983. Il testo della canzone è ispirato alla poesia Charge of the Light Brigate di Alfred Tennyson e racconta la storia di un soldato inglese mandato in Crimea nel settembre 1854 a combattere contro l’esercito russo. La parola “trooper” in inglese indica il soldato di cavalleria. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Iron Maiden (1983)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Adrian Smith – chitarra
  • Dave Murray – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Nicko McBrain – batteria

Traduzione The Trooper – Iron Maiden

Testo tradotto di The Trooper (Harris) degli Iron Maiden [EMI]

The Trooper

You’ll take my life but I’ll take yours too
You’ll fire your musket but I’ll run you through
So when you’re waiting for the next attack
You’d better stand there’s no turning back.

The Bugle sounds and the charge begins
But on this battlefield no one wins
The smell of acrid smoke and horses breath
As I plunge on into certain death.

The horse he sweats with fear
we break to run
The mighty roar of the Russian guns
And as we race towards the human wall
The screams of pain as my comrades fall.

We hurdle bodies that lay on the ground
And the Russians fire another round
We get so near yet so far away
We won’t live to fight another day.

We get so close near enough to fight
When a Russian gets me in his sights
He pulls the trigger and I feel the blow
A burst of rounds take my horse below.

And as I lay there gazing at the sky
My body’s numb and my throat is dry
And as I lay forgotten and alone
Without a tear I draw my parting groan.

Il soldato

Prenderai la mia vita ma anche io prenderò la tua
Farai fuoco col moschetto ma io ti trafiggerò
Quindi mentre attendi il prossimo assalto
Farai meglio a rimanere non c’è via di scampo

La tromba suona e la carica ha inizio
Ma su questo campo di battaglia nessuno vincerà
L’odore acre del fumo e del respiro dei cavalli
Mentre vado verso una morte certa

Il cavallo suda per la paura,
rompiano le righe per correre
Il ruggito potente dei fucili russi
E mentre corriamo verso la muraglia di uomini
Le urla di dolore dei miei compagni che cadono

Saltiamo come ostacoli i corpi a terra
E i russi scaricano un’altra raffica di colpi
Ci avviciniamo ma siamo ancora lontani
Non vivremo per combattere un altro giorno

Arriviamo abbastanza vicini per poter combattere
Quando un russo mi mette nel mirino
Preme il grilletto e sento il colpo
Un’esplosione di pallottole abbatte il mio cavallo

E mentre giaccio là con lo sguardo fisso al cielo
Il corpo intorpidito e la gola secca
E steso là dimenticato e solo
Senza una lacrima esalo il mio ultimo respiro

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .