To tame a land – Iron Maiden

To tame a land (Sottomettere una terra) è la nona e ultima traccia del quarto album degli Iron Maiden, Piece of mind, pubblicato il 16 maggio 1983. To tame a land si basa sul romanzo di Frank Herbert, Dune.

Formazione Iron Maiden (1983)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Adrian Smith – chitarra
  • Dave Murray – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Nicko McBrain – batteria

Traduzione To tame a land – Iron Maiden

Testo tradotto di To tame a land (Harris) degli Iron Maiden [EMI]

To tame a land

He is the King of all the land
In the Kingdom of the sands
Of a time tomorrow.

He rules the sand worms and the Fremen
In the land amongst the stars
Of an age tomorrow.

He is destined to be a King
He rules over everything
On the land called planet Dune.

Bodywater is your life
And without in you would die
On the desert the planet Dune.

Without a stillsuit you would fry
On the sands so hot and dry
In a world called Arrakis.

It is a land that’s rich in spice
The sandriders and the ‘mice’
That they call the ‘Muad’ Dib’.

He is the Kwizatz Haderach.
He is born of Caladan
And will take the Gom Jabbar.

He has the power to foresee
Or to look into the past
He is the ruler of the stars.

The time will come for him
to lay claim his crown,
And then the foe yes
they’ll be cut down,
You’ll see he’ll be the
best that there’s been,
Messiah supreme
true leader of men,
And when the time
for judgement’s at hand,
Don’t fret he’s strong
and he’ll make a stand,
Against evil the fire
that spreads through the land,
He has the power
to make it all end.

Sottomettere una terra

È il re di tutte le terre
Nel regno delle sabbie
In un tempo futuro

Governa i vermi della sabbia e i Fremen
In una terra tra le stelle
In un’età futura

È destinato a essere Re
Regna sopra ogni cosa
Nella terra chiamata pianeta Dune

Bodywater è la vostra vita
Senza questo morireste
Nel deserto del pianeta Dune

Senza una tuta friggeresti
Sulle roventi e secche sabbie
In un mondo chiamato Arrakis

È una terra ricca di spezie
I cavalieri della sabbia e i topi
Che loro chiamano “Muad’Dib”

Egli è Kwizatz Haderach
È nativo di Caladan
E prenderà il Gom Jabbar

Ha il potere di vedere nel futuro
O di guardare nel passato
È il dominatore delle stelle

Verrà il tempo in cui
avanzerà diritti sulla sua corona
E allora i nemici
saranno abbattuti
Vedrai sarà il migliore
Che ci sia mai stato
Messia supremo
Vero leader degli uomini
E quando è prossimo
Il giorno del giudizio
Non vi preoccupate egli è forte
E opporrà resistenza
Al male, il fuoco
Che si propaga sulla terra
Egli ha il potere
di far finire tutto ciò.

Tags:, - 1.276 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .