Reina de Egipto – Tierra Santa

Reina de Egipto (Regina d’Egitto) è la traccia numero tre dell’ottavo album dei Tierra Santa, Caminos de Fuego, pubblicato il 3 novembre del 2010.

Formazione Tierra Santa (2010)

  • Ángel San Juan – voce, chitarra
  • Arturo Morras – chitarra
  • Roberto Gonzalo – basso
  • David Karrika – batteria
  • Mikel G. Otamendi – tastiere

Traduzione Reina de Egipto – Tierra Santa

Testo tradotto di Reina de Egipto (Ángel San Juan) dei Tierra Santa [Maldito Records]

Reina de Egipto

Donde el tiempo al pasar se llevó
las huellas que no volverás a pisar
duerme una voz, que vive esperándote
en las noches el viento te habló
implorando al desierto despertar
donde tu ser vuelva a la tierra andar.

Y regresar
burlar a la muerte y volver a encontrar
la luz que te dan las estrellas
llora Egipto por ti donde tú estés
volverá tu recuerdo amanecer
Y regresar
burlar a la muerte y volver a encontrar
la luz que te dan las estrellas.

Bajo las arenas del desierto
vive el recuerdo de una mujer
fue la infiel esclava de un imperio
sierva y amante del pueblo y su fe.

Hizo de su tierra su destino
fue reina de Egipto y le dio su poder
luchó por su grandeza con la muerte
y una noche esperándole
le arrancó la vida.

Cuentan que la magia de su rostro
robaba a los hombres su fe y su razón
dueña de placeres que encerraban
encantos ocultos que hablaban de amor
esclava prisionera de su alma
pagó con la vida su noble ambición
con el veneno de una cobra
murió sacrificándose.

Fue su voluntad
elegir con la vida acabar
Fue su voluntad
renunciar a vivir sin amar
a vivir sin amar

Llora Egipto por ti donde tú estés
volverá tu recuerdo amanecer.

Fue su voluntad
elegir con la vida acabar
Fue su voluntad
renunciar a vivir sin amar
Fue su voluntad
elegir con la vida acabar
Fue su voluntad
renunciar a vivir sin amar

Regina d’Egitto

Dove il tempo passato ci porta
le impronte che non saranno calpestate ancora
dorme una voce, che vive sperando
nella notte il vento ti parlò
pregando al deserto di risvegliarsi
dove tu ritorni a camminare sulla terra

E ritornare
burlare la morte e tornare a incontrare
la luce che le stelle ti danno
L’Egitto piange per te ovunque tu sia
Il tuo ricordo tornerà a splendere
E ritornare
burlare la morte e tornare a incontrare
la luce che le stelle ti danno

Sotto le sabbie del deserto
Vive il ricordo di una donna
Era l’infedele schiava di un impero
Serva e amante del popolo e della sua fede

Fece della sua terre il suo destino
fu regina d’Egitto e gli diede potere
ha lottato per la sua grandezza con la morte
e in una notte in attesa
si tolse la vita

Si dice che la magia del suo viso
rubava agli uomini la fede e la ragione
possedendo dei piaceri che bloccavano
un fascino nascosto che parlava di amore
schiava prigioniera della sua anima
pagò con la vita la sua nobile ambizione
con il veleno di un cobra
si sacrificò morendo.

Fu una sua volontà
scegliere di porre fine alla vita
Fu una sua volontà
rinunciare a vivere senza amore
a vivere senza amore

Piange l’Egitto per dove ti trovi
il tuo ricordo al sorgere del sole tornerà

Fu una sua volontà
scegliere di porre fine alla vita
Fu una sua volontà
rinunciare a vivere senza amore
Fu una sua volontà
scegliere di porre fine alla vita
Fu una sua volontà
rinunciare a vivere senza amore

Tags: - Visto 23 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .