Down to the devil – Edguy

Down to the devil (In basso dal diavolo) è la traccia numero quattro del sesto album degli Edguy, Hellfire Club,  pubblicato il 6 aprile 2004.

Formazione Edguy (2004)

  • Tobias Sammet – voce, tastiere
  • Jens Ludwig – chitarra
  • Dirk Sauer – chitarra
  • Tobias Exxel – basso
  • Felix Bohnke – batteria

Traduzione Down to the devil – Edguy

Testo tradotto di Down to the devil (Sammet) degli Edguy [Nuclear Blast]

Down to the devil

Roaming the plains
Where a number is your name
In a palace
And you’ll never fin the door
Oh look into the mirror
Is it what you wanna see
Or just a cuddy toy
The vogue has washed the ashore

No I don’t care what you say
Into the darkness I plough my way
I’m striking out for paradise
To be the one I am

We’re going down to the devil
We are striking out for paradise
To bedlam below
down to the devil
The mad parade is coming home

Can’t you hear the sound
As they make the hammer pound
Rusty nails into
a coffin of you size
To bury you alive
You mature until you’re ripe
Then they reap you
When you’re beautiful enough
In their eyes

They lurk to wall in your belief
Put up glass ceilings
that you can’t see
To break down the freak
They don’t you to be

We’re going down to the devil
We are striking out for paradise
To bedlam below
down to the devil
The mad parade is coming home

Oh we’re going down

Here’s your invitation, your instigation
Your damnation to the hellfire club

In basso dal diavolo

Vaghi nelle pianure
Dove il tuo nome è un numero
In un palazzo
E non troverai mai la porta
Oh, guarda nello specchio
E questo ciò che vuoi vedere?
O vuoi solo un giocattolo da somaro
La moda ha lavato la costa

No, non me ne frega niente di ciò che dici
Mi costruisco la mia strada nell’oscurità
Attaccherò il paradiso
Per essere la persona che sono

Stiamo andando in basso, dal diavolo
Attaccheremo il paradiso
Stiamo andando verso la confusione là sotto
in basso, dal diavolo
Il pazzo paradiso tornerà a casa

Non senti il suono
Del martello che viene fatto battere?
Ci sono dei chiodi arrugginiti infilati
in una bara della tua misura
Nella quale verrai sepolto vivo
A maturare finché non sarai pronto
Poi verrai falciato
Quando sarai abbastanza bello
Ai loro occhi

Essi si infiltrano nelle tue credenze
E costruiscono dei soffitti di vetro
che tu non puoi vedere
Distruggono i pazzi
Non ti lasciano vivere

Stiamo andando in basso, dal diavolo
Attaccheremo il paradiso
Stiamo andando verso la confusione là sotto
in basso, dal diavolo
Il pazzo paradiso tornerà a casa

Oh, stiamo scendendo

Ecco il tuo invito, la tua istigazione
La tua dannazione al club del fuoco infernale

Tags: - 408 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .