Time for glory – White Skull

Time for glory (Tempo per la gloria) è l’undicesima e ultima traccia del quarto album dei White Skull, Public Glory Secret Agony pubblicato il 22 maggio del 2000.

Formazione dei White Skull (2000)

  • Federica De Boni – voce
  • Tony Fontò – chitarra
  • BB Nick – chitarra
  • Fabio Pozzato – basso
  • Alex Mantiero – batteria

Traduzione Time for glory – White Skull

Testo tradotto di Time for glory dei White Skull [Nuclear Blast]

Time for glory

So universal’s the admiration of this story
Covered with glory and renown
was the Roman king
The young princess was not pleased
at what was going on there
She was orphan but possessed extensive lands

Angry with he
sister Cleopathra had a fight
She put Arsinoe to death
nor her brother could survive
She won the admiration
of the Roman conqueror
He declared she would have been
the ruler of the Egyptian throne

Time, that was the time for the country pride
Value and glory
Rome controlled the world
Caesar the lord grew higher and higher
Cruel, terrible fate, full of mistakes
That was the story
Yet, even in death they couldn’t
forget the love for each other

Back in Rome his son in law was disappointed
He found the agreement
with the Egyptian pretty unfair
First he slew his master
in a treacherous attack
In her desperation Cleopathra
fought him till the end

Time, that was the time for the country pride
Value and glory
Rome controlled the world
Caesar the lord grew higher and higher
Cruel, terrible fate, full of mistakes
That was the story
Yet, even in death they couldn’t
forget the love for each other

Tempo per la gloria

Così universale è l’ammirazione per questa storia
Coperto di gloria e fama
era il re romano
La giovane principessa non era contenta
di quello che stava succedendo là
Lei era orfana ma possedeva molte terre

Arrabbiata con lui,
la sorella Cleopatra ha avuto un litigio
Condannò Arsinoe a morte,
né il fratello avrebbe potuto sopravvivere
Ha ottenuto l’ammirazione
dei conquistatori romani
Lui ha dichiarato che lei sarebbe stato
la sovrana del trono egiziano

Tempo, era l’ora dell’orgoglio nazionale
Valore e gloria
Roma controllava il mondo
Cesare il Dio è diventato sempre più potente
Crudele, terribile destino, piena di errori
quella era la storia
Eppure, anche nella morte, non potevano
dimenticare l’amore reciproco

Tornato a Roma il genero ha mancato di parola
Ha trovato un accordo ingiusto
con gli egiziani
Prima ha ucciso il suo padrone
con un perfido attacco
In preda alla disperazione Cleopatra
lo ha combattutto fino alla morte

Tempo, era l’ora dell’orgoglio nazionale
Valore e gloria
Roma controllava il mondo
Cesare il Dio è diventato sempre più potente
Crudele, terribile destino, piena di errori
quella era la storia
Eppure, anche nella morte, non potevano
dimenticare l’amore reciproco

Tags:, - 64 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .