The youth of Finn MacCool – Doomsword

The youth of Finn MacCool (La gioventù di Finn MacCool) è la traccia numero cinque del secondo album dei Doomsword, Resound the Horn, pubblicato il 24 giugno del 2002. La saga di Finn MacCool è un romanzo storico-fantastico di Morgan Llywelyn pubblicato nel 1994, che ripropone la storia di un personaggio della mitologia irlandese, Fionn mac Cumhaill

Formazione Doomsword (2002)

  • Deathmaster – voce
  • The Forger – chitarra
  • Guardian Angel II – chitarra
  • Dark Omen – basso
  • Grom – batteria

Traduzione The youth of Finn MacCool – Doomsword

Testo tradotto di The youth of Finn MacCool dei Doomsword [Dragonheart]

The youth of Finn MacCool

We were roaming through the Black head
Hungry and tired looking for food,
When we saw an old and thin deer
And we dreamt cooked flesh with beer,
We held in tight in our hand the spear,
Like the mind it fled with its fear.
Nine warriors were at my side,
Everyone incarnation of pride
Together with my two hounds for that day,
Still no food we had found,
With our usual defiance
The hunt carried on for more preys
Thirsty spears shone.

Warrior and bard poetry
Runs through your heart
Enchant and dazes you
Lower your blade.

On our path
we boldly walked forth
When a red braded deer
From the north swiftly stood
Before eager eyes,
To attack we all mobilized,
But even the hounds stood still at my cry:
“Leave that deer for he should die!”

Warrior and bard poetry
Runs through your heart
Enchant and dazes you
Lower your blade.

Baffled eyes turned towards me
All admired my pure ecstasy,
With calm I sang my poetry
For its beauty my will should let be,
With my words all hearts were bestowed,
Poetry’s power I mystically showed.

La gioventù di Finn MacCool

Noi vagabondammo attraverso la nera testa
affamati e stanchi, cercando del cibo,
Quando vedemmo un vecchio e magro cervo
e sognammo cucinata la carne con birra,
stringemmo forte la lancia nelle nostre mani
come la mente si è fermato con la sua paura.
Nove guerrieri erano dalla mia parte
ognuno incarnazione del coraggio
Insieme con i miei mastini per quel giorno,
Non trovammo ancora nessun cibo
Con la nostra usuale sfida
il cacciato preso su per un’altra preda
l’assetata lancia brillò.

La poesia del druido e del bardo
corre attraverso il tuo cuore
ti incanta e ti stupisce
meno la tua lama.

Sul nostro cammino
noi andammo avanti coraggiosamente
Quando un rosso cervo
dal nord si innalzava veloce
prima con occhi desiderosi
di attaccarci quando ci muovevamo
ma anche i mastini ulularono al mio comando
“lasciate il cervo per quello dovrà morire”

La poesia del druido e del bardo
corre attraverso il tuo cuore
ti incanta e ti stupisce
meno la tua lama.

Mi rese confuso girando i suoi occhi verso di me
tutti ammirarono la mia pura estasi,
con calma io cantai la mia poesia
Per la sua bellezza il mio volere sarà fatto,
a queste parole tutti i cuori si fermarono,
Mostrai magicamente il potere della poesia.

Tags:, - 70 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .