Dark matter – Once Human

Dark matter (Materia oscura) è la traccia numero tre del secondo album degli Once Human, Evolution, pubblicato il 10 febbraio del 2017. [♫ video ufficiale  ♫]

Formazione Once Human (2017)

  • Lauren Hart – voce
  • Logan Mader – chitarra
  • Skyler Howren – chitarra
  • Max Karon – chitarra
  • Damien Rainaud – basso
  • Dillon Trollope – batteria

Traduzione Dark matter – Once Human

Testo tradotto di Dark matter degli Once Human [EarMusic]

Dark matter

I’ve taken for granted the reach of my voice
Host to the outbreak, opaque blades of noise
Chaos evolved myself
A part of me must die
to make the space for growing light
The past devolves with time
Don’t let it define
Why run from what remains behind ?
Unclasp my hands
Let go of dead weight, outgrown
Constricting me around my throat
My words, my last ?
Who knows, when death
will crawl through my window ?
Before I go, you should know

Fire is where life is made
Burn within, hear the pain
Blacken my eyes,
char my name
Throw the ash in my face
It constellates inside my brain
Wear the scars, claim the shame
Now the fire, weakened flame
There’s new growth after the blaze

My skin bled and
dried the wounds
My eyes watched it mend
My teeth gnash these
words of suffering
So my mind may transcend
Are you rears burning in likeness ?
In crisis we all unite

Redesign my bias mind
Born to blind to the worst of times
Growing a voice within me
As loud as the darkness I believe

Dark matter will ossify
Corroding my reason
Coalesce in my soul
I ossify, I blacken my eyes

Axis of ice, frost of my spite
I create the mold
Orbit with heat, I increase the cold
To keep my world under my feet
I cannot defend
what’s growing within
Set fire to my skin
Embers escape, all that remains
The crux of what I am

Noose in my voice, weapon of choice
To suffuse my sable void
Dark matter, no light emits
I’m starved of life, full of regrets

We’ve taken for granted
the reach of our voice
Hosts to the outbreak,
opaque blades of noise
Chaos evolved the world
Part of it must die to make
the space for growing light
The past devolves with time

Don’t let it define
Why run from what remains behind ?
Unclasp my hands
Let go of dead weight, outgrown
Constricting us around our throat
My world, my last ?
Who knows ?

Materia oscura

Ho dato per scontata la portata della mia voce
Ospita lo scoppio, lame opache di rumore
Il caos si è evoluto in me stesso
Una parte di me deve morire
per fare spazio alla crescita della luce
Il passato si devolve col tempo
Non lasciarlo definire
Perché scappare da ciò che rimane dietro ?
Apri le mie mani
Lascia andare il peso morto, superato
Costringendomi intorno alla gola
Le mie parole, le mie ultime ?
Chissà, quando la morte
striscerà attraverso la mia finestra ?
Prima che vada, dovresti sapere

Il fuoco c’è dove al vita è creata
Brucia dentro, senti il dolore
I miei occhi sono oscurati,
carbonizza il mio nome
Gettami la cenere in faccia
Costella nel mio cervello
Indossa le cicatrici, rivendica la vergogna
Ora il fuoco, fiamma indebolita
C’è una nuova crescita dopo l’incendio

La mia pelle sanguinò e
le mie ferite si asciugarono
I miei occhi la video riparare
I miei denti digrignano queste
parole di sofferenza
Così la mia mente potrebbe trascendere
Stai bruciando a somiglianza ?
Nella crisi ci uniamo tutti

Ridisegna la mia mente di pregiudizio
Nato per accecare il peggio dei tempi
Una voce sta crescendo dentro
Forte come l’oscurità in cui credo

La materia oscura si ossificherà
Corrodendo la mia ragione
Si fonde alla mia anima
Mi ossido, annerisco i miei occhi

Asse di ghiaccio, gelo del mio dispetto
Creo lo stampo
Orbita con il calore, aumento il freddo
Per mantenere il mio mondo sotto i miei piedi
Non posso difendere
ciò che sta crescendo dentro
Dai fuoco alla mia pelle
Le braci scappano, tutto ciò che resta
Il punto cruciale di ciò che sono

Un cappio nella mia voce, arma preferita
Per soffocare il mio vuoto nero
Materia oscura, nessuna luce emessa
Sono affamato di vita, pieno di rimpianti

Abbiamo dato per scontata
la portata della nostra voce
Ospita lo scoppio,
lame opache di rumore
Il caos ha evoluto il mondo
Una parte deve morire per fare
spazio alla crescita della luce
Il passato declina con il tempo

Non lasciarlo definire
Perché scappare da ciò che resta dietro ?
Apri le mie mani
Lascia andare il peso morto, superato
Costringendoci intorno alla nostra gola
Il mio mondo, il mio ultimo ?
Chissà ?

* traduzione inviata da Graograman00

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *