End of silence – Evergrey

End of silence (La fine del silenzio) è la traccia numero sei dell’undicesimo album degli Evergrey, The Atlantic, pubblicato il 25 gennaio del 2019. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Evergrey (2019)

  • Tom S. Englund – voce, chitarra
  • Henrik Danhage – chitarra
  • Johan Niemann – basso
  • HJonas Ekdahl – batteria
  • Rikard Zander – tastiere

Traduzione End of silence – Evergrey

Testo tradotto di End of silence degli Evergrey [AFM]

End of silence

Adrift, the sleep made us liars
It kept us close and
convinced us we’d be fine when
the summer never came back and
winter took time to pass
A newfound dawn, a newborn wind
And winter left
before the welcomed spring

Through years of resistance
Where I rarely felt whole
Long distance calls from my soul
were never answered
When the darkest horizon
once gave way for the sun
It gave me the courage to end the silence

A mirrors reflections in broken glass
Made two pieces fit at last
The wind was rare its victims blind
We couldn’t stop, could not rewind

We became victims of the quietness
Led astray by intent
Our wishes similar but not the same
and with sunrise the reason came

Through years of resistance
Where I rarely felt whole
Long distance calls from my soul were never answered
When the darkest horizon
once gave way for the sun
It gave me the courage to end the silence

At the Atlantic edge awaits the end of silence

La fine del silenzio

Alla deriva, il sonno ci ha resi bugiardi
Ci ha tenuti vicini
e ci ha convinti che saremmo stati bene
quando l’estate non è mai tornata e
l’inverno si è preso tempo per passare
Una nuova alba, un vento appena nato
E l’inverno se ne è andato
prima della benvenuta primavera

Attraverso anni di resistenza
Dove raramente mi sentivo completo
Le chiamate interurbane dalla mia anima
non hanno mai avuto risposta
quando l’orizzonte più oscuro
una volta cedette il passo al sole
Mi ha dato il coraggio di porre fine al silenzio

Riflessi di specchi in un vetro rotto
Alla fine ho riattaccato i due pezzi
Il vento era raro e le sue vittime accecate
Non potevamo fermarci, né tornare indietro

Siamo diventati vittime della quiete
Portati fuori strada dagli intenti
I nostri desideri simili ma non gli stessi
e allo spuntare del sole è tornata la ragione

Attraverso anni di resistenza
Dove raramente mi sentivo completo
Le chiamate interurbane dalla mia anima
non hanno mai avuto risposta
quando l’orizzonte più oscuro
una volta cedette il passo al sole
Mi ha dato il coraggio di porre fine al silenzio

Ai confini dell’Atlantico la fine del silenzio aspetta

Tags:, - Visto 149 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .