Dead end – In Flames

Dead end (Vicolo cieco) è la traccia numero quattro dell’ottavo album degli In Flames, Come Clarity, pubblicato il 3 febbraio del 2006. Il brano vede la partecipazione della cantante pop svedese Lisa Miskovsky.

Formazione In Flames (2006)

  • Anders Fridén – voce
  • Björn Gelotte – chitarra
  • Jesper Strömblad – chitarra
  • Peter Iwers – basso
  • Daniel Svensson – batteria

Traduzione Dead end – In Flames

Testo tradotto di Dead end (Fridén, Gelotte, Strömblad) degli In Flames [Nuclear Blast]

Dead end

Save all your prayers
I think we lost today
There’s no morning after
No one’s around to blame

I’m not afraid to bleed
But I won’t do it for you
A star among hypocrites
The melody of our time

So say goodbye
To the world
We’re the dead
That walk the earth

Scream your lungs out
Wait for laughter
You don’t have to wait forever
Where’s the next disaster?

What decides when
You’ve lost the war?
When the first man falls
Or when they erased it all

We’re too numb to feel
The downfall starts right here
Hold your breath and swim
Swallowed by life’s tear

In times of make believe
No one really seems to care
Maybe I should care less
‘Cause I will die too

So say goodbye
To the world
We’re the dead
That walk the earth

Scream your lungs out
Wait for laughter
You don’t have to wait forever
Where’s the next disaster?

What will it take
For us to realize?
The more we provoke
Winter will come twice

Save all your prayers
I think we lost today
There’s no morning after
No one’s around to blame

Scream your lungs out
Wait for laughter
You don’t have to wait forever
Where’s the next disaster?

Scream your lungs out
Wait for laughter
You don’t have to wait forever
Where’s the next disaster?

Vicolo cieco

Conserva ogni tua preghiera
Ritengo ch’oggi noi abbiam perso
Non v’è mattino alcuno in seguito
Tutt’intorno nessuno da biasimare

Non ho timor di sanguinare
Ma non lo farò per te
Un astro tra gl’ipocriti
La melodia della nostra epoca

Quindi dì addio
Al mondo
Noi siam i morti
Che marciano su questa terra

Urla a pieni polmoni
Attendi una risata
Tu non devi aspettar per sempre
Ove risiede il disastro successivo?

Cos’è che decide quando
Tu hai perduto la guerra?
Quando il primo uomo perì
O quando essi lo cancellarono in toto?

Noi siam troppo intorpiditi per provare emozioni
Il tracollo inizia giusto qui
Trattieni il tuo respiro e nuota
Ingoiato dalla lacrima della vita

Nel tempo di costruzione d’una fede
Nessuno sembra veramente importarsene
Forse dovrei curarmene meno
Perché anch’io morirò

Quindi dì addio
Al mondo
Noi siam i morti
Che marciano su questa terra

Urla a pieni polmoni
Attendi una risata
Tu non devi aspettar per sempre
Ove risiede il disastro successivo?

Cosa prenderà
Per noi al fine di plasmare?
Più noi provochiamo
E l’inverno giungerà due volte

Conserva ogni tua preghiera
Ritengo ch’oggi noi abbiam perso
Non v’è mattino alcuno in seguito
Tutt’intorno nessuno da biasimare

Urla a pieni polmoni
Attendi una risata
Tu non devi aspettar per sempre
Ove risiede il disastro successivo?

Urla a pieni polmoni
Attendi una risata
Tu non devi aspettar per sempre
Ove risiede il disastro successivo?

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 501 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .