Gypsy – Black Sabbath

Gypsy (Gitana) è la traccia numero quattro del settimo album dei Black Sabbath, Technical Ecstasy, pubblicato il 25 settembre del 1976.

Formazione Black Sabbath (1976)

  • Ozzy Osbourne – voce
  • Tommy Iommi – chitarra
  • Geezer Butler – basso
  • Bill Ward – batteria

Traduzione Gypsy – Black Sabbath

Testo tradotto di Gypsy (Osbourne, Iommi, Butler, Ward) dei Black Sabbath [Vertigo]

Gypsy

Watching the universe
at the end of another day
Fatalistic ships froma distant shore
In the back of my mind
I could see she was standing there
Like the feeling you have
When you’ve been there before

She was a gypsy woman
She was as cold as the day, yeah
She said I’d got it coming
And then she took me away, yeah

She took me through the shadows
of her sunken dream
I thought it’s over me,
she wasn’t all she seemed

She took my hand
and then she started to speak
She told me she’d had the call
With eyes of fire
that were burning my soul
She looked into her crystal ball
She read my fortune
then she read my mind
She didn’t like my thoughts at all

She showed me shadows,
a spectre of life
My soul just wanted to scream
She stared so deeply into my eyes
That’s when I fell into a dream
When I awoke in bed
she lay beside me
And she read me with her eyes, she said

So you wanna be a gypsy, come on now
So you wanna be a gypsy, come on now, now

Gypsy woman you’re the devil in drag
You are the queen of all hell
You took my body,
now you’re wasting my soul
You’ve got me under your spell
And as the sun shines on another day
You’re gonna take my mind as well, it’s over

So you wanna be a gypsy, come on now
So you wanna be a gypsy, come on now
So you wanna be a gypsy, come on now
So you wanna be a gypsy

Gitana

Guardando l’universo
alla fine di un altro giorno
Navi fatalistiche da una una sponda lontana
Nel fondo della mia mente
potevo vederla mentre stava qui
Come la sensazione che avverti
quando ci sei già stato in precedenza

Lei era una gitana
Era fredda come il giorno
Diceva che potevo giungerci
E dopo mi portò via

Mi portò attraverso le ombre
del suo sogno sommerso
Pensai che non fosse reale,
lei non era tutto quello che sembrava

Mi prese la mano
e dopo iniziò a parlare
Mi disse che aveva sentito la chiamata
Con occhi di fuoco
che stavano bruciando la mia anima
Guardò dentro la sua palla di cristallo
Lesse il mio destino
e poi lesse la mia mente
Non le piacevano del tutto i miei pensieri

Mi mostrò le ombre,
uno spettro della vita
La mia anima voleva solo urlare
Lei mi fissò profondamente negli occhi
Questo quando caddi in un sogno
Quando mi svegliai nel letto
lei era adagiata accanto a me
E mi lesse con i suoi occhi, disse

Così vuoi diventare un gitano, vieni allora
Così vuoi diventare un gitano, vieni allora

Donna gitana, tu sei il diavolo in carrozza
Sei la regina di tutto l’inferno
Hai preso il mio corpo,
ora stai logorando la mia anima
Mi hai sotto il tuo incantesimo
E mentre il sole splenderà in un altro giorno
Tu prenderai la mia anima anche, è finita

Così vuoi diventare un gitano, vieni allora
Così vuoi diventare un gitano, vieni allora
Così vuoi diventare un gitano, vieni allora
Così vuoi diventare un gitano

Tags: - 546 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .