The poem – Visions of Atlantis

The poem (Il poema) è la traccia numero quattro del terzo album dei Visions of Atlantis, Trinity, pubblicato il 25 maggio del 2007.

Formazione Visions of Atlantis (2007)

  • Melissa Ferlaak – voce
  • Mario Plank – voce
  • Wolfgang Koch – chitarra
  • Mike Koren – basso
  • Thomas Caser – batteria
  • Martin Harb – tastiere

Traduzione The poem – Visions of Atlantis

Testo tradotto di The poem dei Visions of Atlantis [Napalm Records]

The poem

I’m sitting here in an empty room,
I’m writing a poem now to you,
It’s time to think about what we had.
And when the sun is going down,
all my feelings come around.
I’m so sorry, cause you’re dead.
If I could tell you all the pain I feel
and all the sorrow grows tonight.

Why did you leave me here alone?
Why did you leave me on my own?
Was it time we just had borrowed?
Was it our destiny,
or just my final fantasy?
And I’m left behind
in sorrow and pain…

Smoke and gloom are in the air
and your shades are everywhere.
Now I’ve learned the world called dying.
I’ll put a rope around my neck
and at last I’m looking back
To give up life, is my defense.

Do you know another way?
Please come back and tell me how to stay.

And…
Why did you leave me here alone?
Why did you leave me on my own?
Was it time we just had borrowed?
Was it our destiny,
Or just my final fantasy?
And I’m left behind
in sorrow, and pain…

These final cries I write for you
All my pain cries out for you
These final tears are shed for you
All my pain cries out for you

And…
Why did you leave me here alone?
Why did you leave me on my own?
Was it time we just had borrowed?
Was it our destiny,
Or just my final fantasy?
And I’m left behind
in sorrow, and pain…

Why did you leave me here alone?
Why did you leave me on my own?
Was it time we just had borrowed?
Was it our destiny,
Or just my final fantasy?
And I’m left behind in sorrow…

Il poema

Siedo solo in una stanza vuota,
sto scrivendo una poesia per te,
È tempo di pensare a ciò che avevamo.
E quando il sole tramonta,
tutti i miei sentimenti emergono.
Sono così dispiaciuto, perché sei morta.
Se ti potessi raccontare tutto il dolore che provo
e tutta la sofferenza accresce la notte.

Perché mi lasciasti qui solo?
Perché mi lasciasti solo con me stesso?
Era il tempo che avevamo preso in prestito?
Era il nostro destino,
o solo la mia ultima fantasia?
Ed io sono abbandonato
nella sofferenza e nel dolore…

Fumo e nebbia sono nell’aria
e le tue ombre sono ovunque.
Ora ho imparato ciò che il mondo chiama morte.
Metterò una corda attorno al mio collo
ed all’ultimo mi guarderò dietro
per abbandonare la vita, è la mia difesa.

Conosci un altro modo?
Per favore ritorna e dimmi come devo stare.

E…
Perché mi lasciasti qui solo?
Perché mi lasciasti solo con me stesso?
Era il tempo che avevamo preso in prestito?
Era il nostro destino,
o solo la mia ultima fantasia?
Ed io sono abbandonato
nella sofferenza e nel dolore…

Questi ultimi lamenti ho scritto per te
Tutto il mio dolore urla per te
Verso queste ultime lacrime per te
Tutto il mio dolore urla per te

E…
Perché mi lasciasti qui solo?
Perché mi lasciasti solo con me stesso?
Era il tempo che avevamo preso in prestito?
Era il nostro destino,
o solo la mia ultima fantasia?
Ed io sono abbandonato
nella sofferenza e nel dolore…

Perché mi lasciasti qui solo?
Perché mi lasciasti solo con me stesso?
Era il tempo che avevamo preso in prestito?
Era il nostro destino,
o solo la mia ultima fantasia?
Ed io sono abbandonato nel dolore…

Tags: - 96 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .