The shrine in the gloom – Death SS

The shrine in the gloom (Il sacrario dell’oscurità) è la traccia numero otto del quarto album dei Death SS, Do What Thou Wilt, pubblicato il 7 dicembre del 1997.

Formazione Death SS (1997)

  • Steve Sylvester – voce
  • Emil Bandera – chitarra
  • Felix Moon – chitarra
  • Andrew Karloff – basso
  • Ross Lukather – batteria
  • Oleg Smirnoff – tastiere

Traduzione The shrine in the gloom – Death SS

Testo tradotto di The shrine in the gloom dei Death SS [Lucifer Records]

The shrine in the gloom

When time will have no power
in a place on the edge of outer space
We’ll wake the Lord of the Snake
using our brain, muscle and nerve.

I’ll kiss the mouth of thy womb
our sharpened knives shine in the gloom.

I wait the wonder above
the Holy quintessential love.
I am the sacrifice
and you’re the Priestess, slave of love.

We both are willing to die
like the light of day dies at nightfall.

My soul is on fire,
I’m lost in the trance of love.
At my Lord’s desire,
before the Shrine in the gloom.

I sink in honey and wine
tonight we breathe the ancient Rite.
You carve my chest with your knife
and then we’ll dance at the sound of life.

Our love is better than life,
we both are sitting on the Throne.

Now we’re ready to slay,
to the fire of the Eyes of God.
Mouth to mouth, heart to heart,
in the trance of love.

Time renew the illusion,
and forever may it be!
At last we are inside
the shrine in the gloom.

Il sacrario dell’oscurità

Quando il tempo non avrà potere
in un luogo sull’orlo dello spazio esterno
Ci sveglierà il Dio del Serpente
usando il nostro cervello, muscolo e nervo.

Bacerò la bocca del tuo utero
i nostri affilati coltelli splendono nell’oscurità.

Aspetto la meraviglia sopra
il Santo quintessenziale amore.
Sono il sacrificio
E tu sei la Sacerdotessa, schiava d’amore.

Noi siamo entrambi disposti a morire
come la luce del giorno muore al crepuscolo.

La mia anima è sul fuoco,
sono perso nella trance dell’amore.
Al desiderio del mio Dio,
davanti al Sacrario nell’oscurità.

Affondo nel miele e vino
stanotte respiriamo il Rito antico.
Intagli il mio torace col tuo coltello
ed allora balleremo al suono della vita.

Il nostro amore è migliore della vita,
noi sediamo entrambi sul Trono.

Ora siamo pronti a uccidere,
al fuoco degli Occhi di Dio.
Bocca a bocca, cuore a cuore,
nella trance dell’amore.

Il tempo rinnova l’illusione,
e può essere per sempre!
Finalmente siamo all’interno
del Sacrario nell’oscurità.

Tags: - 122 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .