The tongue of fire – Emperor

The tongue of fire (La lingua del fuoco) è la traccia numero cinque del quarto album degli Emperor, Prometheus: The Discipline of fire & Demise, pubblicato il 21 ottobre del 2001.

Formazione Emperor (2001)

  • Ihsahn – voce, chitarra, sintetizzatore, basso
  • Samoth – chitarra
  • Trym – batteria

Traduzione The tongue of fire – Emperor

Testo tradotto di The tongue of fire (Ihsahn) degli Emperor [Nuclear Blast]

The tongue of fire

Teach me the tongue of fire,
so that I may
set the world ablaze.
For it is cold
and this blindness
can no longer give me shelter.
Teach me the tongue of fire,
so that I may cry out loud my wrath
and my passion
or else my coil
will blister and decay.

The tongue of fire…

The soul is never silent
but wordless.
Held, imprisoned
in a cursed tomb.
Wherein reflections never fade,
never die.
Slowly maddened
by the emptiness.

Left to perish in the ever-dark coil.
Yet, always alert it its slumber.
(Slumber.)
Scorn by the drops of light,
piercing through the surface
and it screams.

The soul is never silent
but wordless.

Teach me the tongue of fire,
so that I may
set the world ablaze.
For it is cold
and this blindness
can no longer give me shelter.
Teach me the tongue of fire,
so that I may cry out loud my wrath,
and my passion
or else my coil
will blister and decay.

The tongue of fire…
The tongue of fire…

La lingua del fuoco

Insegnami la lingua del fuoco,
così ch’io possa
gettar il mondo tra le fiamme.
Perciò è freddo
e questa cecità
non può a lungo donarmi riparo.
Insegnami la lingua del fuoco,
così ch’io possa urlar la mia furia
e la mia passione
o qualsiasi altra cosa il mio vorticare
riempirà di siero e la decomporrà.

La lingua del fuoco…

L’anima mai è tacita
sebben essa sia attonita.
Trattenuta, imprigionata
in una tomba maledetta,
ove i riflessi mai svaniscon,
mai periscon.
Resa flemmaticamente folle
dall’oblio.

Lasciata a perire nella spirale sempre buia.
Ancora, sempre allarmala del suo torpore.
(Torpore.)
Disprezzata dalle gocce di luce,
mentre penetra la superficie
ed urla.

L’anima mai è tacita
sebben essa sia attonita.

Insegnami la lingua del fuoco,
così ch’io possa
gettar il mondo tra le fiamme.
Perciò è freddo
e questa cecità
non può a lungo donarmi riparo.
Insegnami la lingua del fuoco,
così ch’io possa urlar la mia furia
e la mia passione
o qualsiasi altra cosa il mio vorticare
riempirà di siero e lo decomporrà.

La lingua del fuoco…
La lingua del fuoco…

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 45 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .