The Oxford handbook of savage genocidal warfare – Nile

The Oxford handbook of savage genocidal warfare (Il manuale di Oxford sulla selvaggia guerra genocida) è la traccia numero due del nono album dei Nile, Vile Nilotic Rites, pubblicato il primo novembre del 2019.

Formazione Nile (2019)

  • Karl Sanders – voce, chitarra
  • Brian Kingsland – chitarra
  • Brad Parris – basso
  • George Kollias – batteria

Traduzione The Oxford handbook of savage genocidal warfare – Nile

Testo tradotto di The Oxford handbook of savage genocidal warfare (Sanders, Kollias) dei Nile [Nuclear Blast]

The Oxford handbook
of savage genocidal warfare

They have refused to submit
Treacherous and rebellious
Defiant in the face of certain destruction
Conquered cities razed to the ground
Captured towns pillaged,
populations massacred
Savage genocidal warfare
Exacted upon the bitter enemies of Asshur

The cities of men have
become targets for annihilation
Acts of blatant destruction
A deterrent to stamp out
the flames of sedition
Men decapitated, women of all ages raped
Children blinded, rendered helpless
Infants clubbed to death

The unborn ripped from their mothers’ wombs
Nobles cruelly thrown from city walls
Only to be fed upon by wild beasts
Soldiers flay wives and whores
Roast their little ones screaming in the fire
Piles of severed heads built into pyramids
Even cats and dogs are slain in the streets
Not even the unborn shall escape
the wrath of Asshur

Ruins scavenged for
any poor wretches
Cowering in holes
or skulking in cellars
Ruthlessly dragged out and slain

Every last one of them must be exterminated
Leave not a single one alive
The whole of them must
be wiped out of existence
We shall make of their nation
a barren wasteland
With flame

Entire landscapes will
become naught but ruins
Asshur hath commanded
let none escape the sword

Il manuale di Oxford
sulla selvaggia guerra genocida

Si sono rifiutati di presentarsi
Infidi e ribelli
Sfidanti di fronte a una certa distruzione
Città conquistate, rase al suolo
Cittadini catturati e saccheggiati,
popolazioni massacrate
Selvaggia guerra genocida
Esigeva sugli arci-nemici di Asshur

Le città degli uomini sono
diventate obiettivi per l’annientamento
Atti di palese distruzione
Un deterrente per spegnere
le fiamme della sedizione
Uomini decapitati, donne di tutte le età stuprate
Bambini accecati, resi impotenti
I neonati bastonati fino alla morte

I non nati strappati dal ventre delle loro madri
Nobili lanciati crudelmente dalle mura della città
Solo per essere nutriti dalle bestie selvatiche
I soldati scuoiano mogli e prostitute
Arrostendo i loro piccoli che urlano nel fuoco
Mucchi di teste mozzate che formano piramidi
Persino i cani e i gatti vengono uccisi per strada
Nemmeno i non nati poterono fuggire
dalla vendetta di Asshur

Le rovine sono state spazzate via per
altri poveri disgraziati
Rannicchiando nelle buche
o scavando nelle cantine
Trascinati ed uccisi senza pietà

Tutti gli ultimi devono essere sterminati
Senza lasciarne vivo nessuno
Tutti devono essere spazzati
via dall’esistenza
Faremo della loro nazione
un deserto arido
Con le fiamme

Interi paesaggi diventeranno
nient’altro che rovine
Asshur ha comandato a nessuno
di sfuggire alla spada

* traduzione inviata da El Dalla

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]
You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *