Hostage – Queensrÿche

Hostage (Ostaggio) è la traccia numero cinque del nono album in studio dei Queensrÿche, Operation: Mindcrime II, pubblicato il 29 marzo del 2006.

Formazione Queensrÿche (2006)

  • Geoff Tate – voce
  • Michael Wilton – chitarra
  • Mike Stone – chitarra
  • Nikki Eddie Jackson – basso
  • Scott Rockenfield – batteria

Traduzione Hostage – Queensrÿche

Testo tradotto di Hostage (Jackson, Tate, Wilton) dei Queensrÿche [Rhino Entertainment]

Hostage

Culture hostage.
I’m writhing in the
cold grasp of justice,
As she turns away.
Blind is she supposed to be but,
Someone took a razor
to her mask.

Rusted now the scales you hold,
The balance tipped
by the weight of gold.
When will it end?
When will it ever end?

The judgment man holds my fate,
As I beg forgiveness with the
Plastic smile of a candidate.

They take for granted that
I’m out of my mind
And they’re wasting their time to care.
So all my reasons are damned
before they’re heard.
I’m held hostage by their words.
What will lead us to tolerance
If we don’t question
our prejudice?

Courage is such a lonely word,
Patience, in time these
truths will be known.
Please, don’t keep looking away.
You see fortunes are on line,
reputations at risk,
And there’s fear in the hearts of all of you
That believe that you’re right,
And that’s your right.
But are you… right?

The judgment man holds my fate,
As I gaze around the room,
Their eyes are like knives,
could decapitate.
They take for granted
that I’m out of my mind
And I’m wasting their time,
don’t show, don’t show me my fate.

Reasons are damned, can’t understand.
If I fall to pieces they’ll know…
He’s out of his mind and
he’s wasting our time,
we know.
as I sense my fate…
His reasons be damned,
can’t understand him.
. . . and now all my reasons are
damned before they’re heard.
I’m held hostage by their words.
I’m a hostage.

Ostaggio

Sono un ostaggio della cultura
Mi sto dimenando nella
stretta presa della giustizia
E lei se ne va
Dovrebbe essere cieca, ma
Qualcuno ha tagliato la sua
maschera con un rasoio

Le tue scale sono ormai arrugginite
L’equilibrio è stato modificato
dal peso dell’oro
Quando finirà tutto ciò?
Finirà mai?

Il giudice ha in mano il mio destino
E io imploro perdono con
Il sorriso di plastica di un candidato

Prendono per sicuro il fatto che
io sia fuori di testa
E che loro stiano solo perdendo tempo
Quindi tutte le mie ragioni vengono ignorate
ancor prima di essere sentite
Sono un ostaggio delle loro parole
Cosa ci porterà alla tolleranza
Se non osiamo mettere in dubbio
i nostri pregiudizi?

“Coraggio” è una parola così solitaria
Serve pazienza, col tempo tutte
le verità verranno alla luce
Vi prego, non girate lo sguardo
Ci sono dei destini in gioco,
delle reputazioni in bilico
E c’è la paura nei cuori di tutti
coloro a cui date ragione
E questo è un vostro diritto
Ma avete… ragione?

Il giudice ha in mano il mio destino
E il mio sguardo vaga per la stanza
I loro occhi sono come coltelli,
potrebbero decapitarmi
Prendono per sicuro il fatto
che io sia fuori di testa
E che gli stia solo facendo perdere tempo
Non mostratemi, non mostratemi il mio destino

Le ragioni sono dannate, non riesco a capire
Se cadrò a pezzi loro verranno a saperlo
“Lui è fuori di testa e
ci sta facendo sprecare tempo”
“Lo sappiamo”,
mentre credo di conoscere il mio destino
Che le sue ragioni vengano dannate,
non riesco a capirlo
…e adesso tutte le mie ragioni vengono
ignorate ancor prima di essere sentite
Sono un ostaggio delle loro parole
Sono un ostaggio

Tags: - 62 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .