Ishtar – Death SS

Ishtar (Ištar) è la traccia numero sei del quinto album della band italiana Death SS, Panic, uscito il 5 giugno 2000. Ištar era, nella mitologia babilonese, la dea dell’amore e della guerra. A lei era dedicata una delle otto porte di Babilonia. Essa aveva contemporaneamente l’aspetto di dea benefica (amore, pietà, vegetazione, maternità) e di demone terrificante (guerra e tempeste).

Formazione Death SS (2000)

  • Steve Sylvester – voce
  • Emil Bandera – chitarra
  • Kaiser Sose – basso
  • Anton Chaney – batteria
  • Oleg Smirnoff – tastiere

Traduzione Ishtar – Death SS

Testo tradotto di Ishtar dei Death SS [Lucifer Rising Records]

Ishtar

Ishtar, great mother goddess
Pro ecclesia sancta dei
Pro ecclesia sancta dei

Venus, star of the morning
The supreme lady of love,
Fecundity and delight

You embody the divine
Of womanly moonshine
Your glance gives us the joy
And you rewards our toil

Ishtar, heal my soul’s scar
Love me, all the nightime!

Mantis, majestic ruler
You’re holding in your hands
The destiny of your men

Sovereign, queen of all lovers
You’re fickle as the night
You love and then deny

I’ll take your place in hell
To break the ancient spell
I offer you my life
But stay with me, tonight

Sunlight, rise and burn down!
Love me, for the last time

…”Augusta betwwen Gods
our Lady of the war.
She’s covered by love
and full of all delight.
Her lips are made of honey
her mouth is all the life.
Our goddess of all beauties
and mother of the stars”…

Ishtar, heal my soul’s scar
Love me, all the nightime!

Sunlight, rise and burn down!
Love me, for the last time

Ištar

Ištar, grande dea madre
pro ecclesia sancta dei
pro ecclesia sancta dei

Venere, stella del mattino
suprema signora dell’amore
fecondità e delizia

Incarni il divino
della femminilità al chiar di luna
il tuo sguardo ci da gioia
e ricompensi le nostre fatiche

Ištar, cura la cicatrice della mia anima!
amami, por tutta la notte!

Indovina, maestosa sovrana
hai nelle tue mani
il destino dei tuoi uomini

Sovrana, regina di tutte le amanti
sei mutabile come la notte
ami e poi rifiuti

Prenderò il tuo posto nell’inferno
per spezzare l’antico incantesimo
ti offrirò la mia vita
ma resta con me, stanotte

Luce solare, sorgi e brucia
amami, per l’ultima volta

…”Augusta fra gli dei
nostra signora della guerra
é ricoperta di amore
e piena di ogni delizia
le sue labbra sono fatte di miele
la sua bocca é tutta vita
nostra dea di tutte le bellezze
e madre delle stelle”…

Ištar, cura la cicatrice della mia anima!
amami, por tutta la notte!

Luce solare, sorgi e brucia
amami, per l’ultima volta

Tags:, - 322 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .