Day of wrath – Bathory

Day of wrath (Il giorno della rabbia) è la traccia numero tredici del decimo album dei Bathory, Destroyer of Worlds, pubblicato il 9 ottobre del 2001.

Formazione Bathory (2001)

  • Quorthon – chitarra, voce, basso, drum machine

Traduzione Day of wrath – Bathory

Testo tradotto di Day of wrath (Quorthon) dei Bathory [Black Mark Production]

Day of wrath

Finally the purifying storm
First we die then be reborn
So flock the banner of the return
Now fight and die
Many head serpent is here at our side

Wagnerian end the grand finale is here
Awash with red blood rebirth is near
Feel wind of mayhem against your face
Bugle divine can be heard throughout space

If in the heat of battle you will have doubt
Just kill them all and let their God
Sort them out
The tales of this day will replace
tomorrows weep
For when thou wind doth
saw then storm thou shall reap

On the final day

The angel heart lies cold
Under The Sign
And crimson still the frozen
Blood On Ice
Drawn on walls in blood
of goats the Octagon
The vagrant souls will chant the Requiem
until the twilight is long gone

Suck the leaves of otherness
and lie down with the faces goddes
Eat from her rotten flesh
there is no life before death
Now the sky is crimson with blood of angels
Kneel before the voice
face the anger of God

Day of wrath

Il giorno della rabbia

Infine la tempesta purificatrice
Prima moriamo successivamente rinasciamo
Così stipata la bandiera del ritorno
Ora combatti e muori
Molte teste di serpente sono quì al nostro fianco

Fine Wagneriana il gran finale è qui
Inondato di sangue rosso la rinascita è vicina
Senti il vento del caos sulla vostra faccia
Si può sentire la tromba divina per tutto lo spazio

Se nel cuore della battaglia avrai dei dubbi
Basta ucciderli tutti e lasciare che il loro
Dio li tiri fuori
I racconti di questo giorno sostituiranno
Il pianto di domani
Perchè quando il tuo vento
vide la tempesta tu raccoglierai

Nel giorno finale

Un freddo e bugiardo cuore di angelo
sotto il segno
e di color cremisi rimane il gelato
Sangue sul ghiaccio
L’Ottagono è disegnato
sui muri col sangue delle capre
Il Requiem sarà cantato dalle anime vagabonde
Finchè il crepuscolo svanirà

Risucchia le foglie della diversità
e distenditi con i volti delle dee
Nutriti della loro la carne putrefatta
non c’è vita prima della morte
ora il cielo è cremisi per il sangue degli angeli
Inginocchiati davanti alla voce
e affronta la rabbia di Dio

Il giorno della rabbia

Tags: - Visto 14 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .