Nodding Donkey Blues – Iron Maiden

Nodding Donkey Blues (Il blues dell’asino ciondolante) è un brano degli Iron Maiden, pubblicato come lato B del singolo Be quick or be dead il 13 aprile del 1992.

Formazione Iron Maiden (1992)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Steve Harris – basso
  • Janick Gers – chitarra
  • Dave Murray – chitarra
  • Nicko McBrain – batteria

Traduzione Nodding Donkey Blues – Iron Maiden

Testo tradotto di Nodding Donkey Blues degli Iron Maiden [EMI]

Nodding Donkey Blues

Settle down
She’s got legs… like an airship,
She’s got an arse…. like coal tip
She’s got tits… just like hot air balloons…
and I mean the Hindenburg!
She’s the biggest girl, I’m gonna get there soon
Yeah you know what I mean

She’s got love when you want it,
but she never lets go when you get it
You disappear inside,
you’re never seen again…
lost forever!
She’s the biggest girl, I’m gonna get there soon
Alright, here we go…

Should be some kind of guitar solo here…

Well I met her in a bar,
she was propping up the wall
I don’t think she was available,
she was made of concrete star
I met her in a bar,
she was propping up the wall
In fact she was nailed to it
I gotta admit, babe…
lets get down to it baby

She had a brain like a sheep-dip,
She got like a shepherd
She was a big girl, she was big.
I mean she was big,
she was fucking huge! Enormous!
Needed a sign overhead
You could have sailed the Hindenburg
through her legs and
never even have landing permission!

One more!

Oh we sailed across the ocean you and me
I looked like a flea on the back of a sperm whale
Oh yeah, I was waving a match
inside the Albert Hall

Il blues dell’asino ciondolante

Calmati
Lei ha gambe… come un dirigibile,
ha un culo… come una discarica di carbone
Ha le tette… proprio come le mongolfiere…
e intendo l’Hindenburg!
È la ragazza più grande, arriverò presto
Sì, sai cosa intendo

Lei ha l’amore quando lo vuoi
ma lei non ti lascia mai andare quando lo capisci
Sparisci dentro,
non ti vedremo mai più …
perso per sempre!
È la ragazza più grande, arriverò presto
Va bene, eccoci qui…

Dovrebbe esserci un assolo di chitarra qui…

Beh, l’ho incontrata in un bar,
stava puntellando il muro
Non penso fosse disponibile
era fatta di stelle di cemento
L’ho incontrata in un bar,
stava tenendo su il muro
In effetti era inchiodata
Devo ammetterlo, piccola,
andiamo al punto baby

Aveva un cervello come una pecora scema
È diventata come un pastore
Era una ragazza grande, era grande
Voglio dire che era grande,
era fottutamente enorme! Enorme!
Aveva bisogno di un segno sopra la testa
Avresti potuto fare un viaggio sull’Hindenburg
attraverso le sue gambe e
non avere nemmeno il permesso di atterraggio!

Ancora una volta!

Oh, abbiamo attraversato l’oceano io e te
Sembravo una pulce sul dorso di un capodoglio
Oh sì, stavo sventolando un fiammifero
all’interno dell’Albert Hall

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *