Teacher, Teacher! – Jinjer

Teacher, Teacher! (Maestro, Maestro!) è la traccia numero tre dell’EP dei Jinjer, Micro, pubblicato l’11 gennaio del 2019. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Jinjer (2019)

  • Tatiana Shmailyuk – voce
  • Roman Ibramkhalilov – chitarra
  • Eugene Abdukhanov – basso
  • Vladislav Ulasevish – batteria

Traduzione Teacher, Teacher! – Jinjer

Testo tradotto di Teacher, Teacher! dei Jinjer [Napalm Records]

Teacher, Teacher!

Good evening, kids. Take your seats.
Open up your Bibles.
I’m gonna chastise some rivals
so keep your eyes wide open
The young soul lost control,
made her first foul
This is my duty to set the bounds

She grabbed my hand, took me in,
placed me in front of the class
She gave a hint
I was the clou of her mass
I’m in the middle of the Holy of Holies,
I have no worries!
I saw dusty icons on the wall
I saw needles and stones
So she put a paper bag on my head
She pointed finger at me, and then she said:

Dear Lord, forgive me as I’m slapping,
slapping, slapping this sinful child
By your hand I’m led so I will, show, show
What is wrong and what is right
Choose your label ‘cause
I’m mercy, mercy, merciful
Put your knuckles on the table,
meet my friend Ferule
Who’ll punish you!

When their prejudice let us down
We stand firmly on our ground
Don’t let their school make a fool of you
Because the teachers may be fools too

When their prejudice let us down
We stand firmly on our ground
Don’t let their school make a fool of you
Because the teachers may be fools too

Laws chalked on the blackboard
Can’t be erased
until it gets boring
The lady spoke and then she choked
On the convictions oh so alluring
She made a pause in her verbal overdose
My paper bag slipped down on the floor
I took a look around, there was no sanctuary
Desks empty, the school was all imaginary

Teacher, teacher!
Self-proclaimed preacher
Under the flag of welfare
your lectures start to blare!
We need no soap
shoved down our throats
So keep your monologues
unrated and remote
I am a bad example of order
This life is not a prison
and you are not a warden
Please teacher, teacher! Leave us alone
As we accept life lessons from no one

When their prejudice let us down
We stand firmly on our ground
Don’t let their school make a fool of you
Because the teachers may be fools too

When their prejudice let us down
We stand firmly on our ground
Don’t let their school make a fool of you

Your idols scream to me
Throwing shame on my face
As I turn away from infamy and disgrace
I smile to you, ‘cause I want you to see
How I break the rules in front of your trinity

Your idols scream to me
Throwing shame on my face
As I turn away from infamy and disgrace
Oh, I smile to you
I smile to you
I smile to you

Maestro, Maestro!

Buonasera ragazzi. Prendete posto.
Aprite le vostre Bibbie.
Ho intenzione di castigare qualcuno
quindi tenete gli occhi ben aperti
La giovane anima perse il controllo
fece il suo primo sbaglio
È mio dovere stabilire dei limiti

Mi afferrò la mano, mi portò dentro
e mi piazzò di fronte alla classe
Lei fece un cenno,
ero il clou della sua funzione religiosa
Sono nel mezzo del Santo dei Santi,
non ho preoccupazioni!
Ho visto icone polverose sul muro
Ho visto aghi e pietre
Quindi mi ha messo un sacchetto intesta
Mi ha puntato un dito contro, e poi ha detto:

Signore, perdonami mentre schiaffeggio,
schiaffeggio questi bambini peccaminosi
Dalla tua mano sono guidata quindi mostrerò
quello che è sbagliato e quello che è giusto
Scegli la tua denominazione perché
io sono misericordia, misericordiosa
Metti le nocche sul tavolo,
incontra la mia amica bacchetta
che ti punirà

Quando i loro pregiudizi ci deludono
Noi restiamo fissi alla nostra idea
Non lasciare che la loro scuola ti renda folle
Perché anche gli insegnanti possono essere pazzi

Quando i loro pregiudizi ci deludono
Noi restiamo fissi alla nostra idea
Non lasciare che la loro scuola ti renda folle
Perché anche gli insegnanti possono essere pazzi

Leggi scritte sulla lavagna
Non possono essere cancellate
finché non diventano noiose
La signora parlò e poi si soffocò
Sulle convinzioni oh così allettanti
Fece una pausa nella sua overdose verbale
Il mio sacchetto di carta scivolò sul pavimento
Ho dato un’occhiata in giro, non era un santuario
Scrivanie vuote, la scuola era tutto immaginaria

Maestro, maestro!
Predicatore autoproclamato
Sotto la bandiera del benessere
le tue lezioni iniziano a risuonare!
Non ci servono telenovele
spinte giù nella nostra gola
Quindi tieni i tuoi monologhi
non valutati e distanti
Io sono un cattivo esempio di ordine
La vita non è una prigione
e tu nei sei un guardiano
Per favore maestro, maestro! Lasciaci soli
Perché non accettiamo lezioni di vita da nessuno

Quando i loro pregiudizi ci deludono
Noi restiamo fissi alla nostra idea
Non lasciare che la loro scuola ti renda folle
Perché anche gli insegnanti possono essere pazzi

Quando i loro pregiudizi ci deludono
Noi restiamo fissi alla nostra idea
Non lasciare che la loro scuola ti renda folle

I tuoi idoli mi urlano
Vergogna lancinante sulla mia faccia
Mentre mi allontano dall’infamia e dalla disgrazia
Ti sorrido, perché voglio che tu veda
Come infrango le regole di fronte alla tua trinità

I tuoi idoli mi urlano
Vergogna lancinante sulla mia faccia
Mentre mi allontano dall’infamia e dalla disgrazia
Oh, ti sorrido
Ti sorrido
Ti sorrido

Tags:, - Visto 174 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .