4th of July – Soundgarden

4th of July (Il 4 di luglio) è la traccia numero tredici del quarto album dei Soundgarden, Superunknown, pubblicato l’8 marzo del 1994.

Formazione Soundgarden (1994)

  • Chris Cornell – voce, chitarra
  • Kim Thayil – chitarra
  • Ben Shepherd – basso
  • Matt Cameron – batteria

Traduzione 4th of July – Soundgarden

Testo tradotto di 4th of July (Cornell) dei Soundgarden [A&M]

4th of July

Shower in the dark day,
clean sparks diving down
Cool in the waterway
where the baptized drown
Naked in the cold sun,
breathing life like fire
I thought I was the only one
but that was just a lie

‘Cause I heard it in the wind
And I saw it in the sky
And I thought it was the end
I thought it was the 4th of July

Pale in the flare light
the scared light cracks and disappears
And leads the scorched ones here
And everywhere no one cares
the fire is spreading
And no one wants to speak about it
Down in the hole,
Jesus tries to crack a smile
Beneath another shovel load

And I heard it in the wind
And I saw it in the sky
And I thought it was the end
I thought it was the 4th of July

And I heard it in the wind
And I saw it in the sky
And I thought it was the end
I thought it was the 4th of July

July, July…

Now I’m in control,
now I’m in the fallout
Once asleep but
now I stand
And I still remember
your sweet everything
Light a Roman candle
and hold it in your hand

‘Cause I heard it in the wind
And I saw it in the sky
And I thought it was the end
I thought it was the 4th of July

‘Cause I heard it in the wind
And I saw it in the sky
And I thought it was the end
I thought it was the 4th of July, yeah

Il 4 di luglio

Acquazzone nel tetro giorno,
terse scintille che s’immergono
Calma nel corso d’acqua
ove annega il battezzato
Nudo alla luce del gelido sole,
respirando la vita come fosse fuoco
Pensai d’essere l’unico prescelto
ma non era altro che una menzogna

Perchè lo ascoltai nella brezza
E lo vidi nella volta celeste
E pensai fosse giunta la fine
Pensavo fosse il 4 di Luglio

Recinto nella divampante luce,
il terrorizzato bagliore si spezza e svanisce
E gli unici scottati li ha scortati sino a qui
E dovunque nessuno si fa interesse
della fiamma che si sta sprigionando
E nessuno sente il bisogno di parlarne
Risucchiato nel pertugio,
Gesù tenta di abbozzare un sorriso
Al di sotto di un’altra badilata ben assestata

E lo ascoltai nella brezza
E lo vidi nella volta celeste
E pensai fosse giunta la fine
Pensavo fosse il 4 di Luglio

E lo ascoltai nella brezza
E lo vidi nella volta celeste
E pensai fosse giunta la fine
Pensavo fosse il 4 di Luglio

Luglio, Luglio…

Ora posseggo il controllo completo,
ora siedo nella pioggia nucleare
Una volta caddi un profondo sonno
ma ora mi erigo desto
E ricordo ancora
ogni tua dolce caratteristica
Accendi la fiamma di una candela Romana
e stringila fra le tue dita

Perchè lo ascoltai nella brezza
E lo vidi nella volta celeste
E pensai fosse giunta la fine
Pensavo fosse il 4 di Luglio

Perchè lo ascoltai nella brezza
E lo vidi nella volta celeste
E pensai fosse giunta la fine
Pensavo fosse il 4 di Luglio

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 1.453 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .