Don’t you cry – Kamelot

Don’t you cry (Non piangere) è la traccia numero cinque del quinto album dei Kamelot, Karma, pubblicato il 19 febbraio del 2001. Il brano è dedicato al padre di Youngblood, morto quando lui era giovanissimo.

Formazione Kamelot (2001)

  • Roy Khan – voce
  • Thomas Youngblood – chitarra
  • Glenn Barry – basso
  • Casey Grillo – batteria

Traduzione Don’t you cry – Kamelot

Testo tradotto di Don’t you cry (Khan, Youngblood) dei Kamelot [Sanctuary]

Don’t you cry

Little by little
I’ve come to this point
on my own I’ve been searching my way
I lost you so early
the days went so fast
you don’t know how I prayed every day

A song to remember
a song to forget
you’ll never know how I tried
to make you proud
and to honor your name but
you never told me goodbye

Now that your are gone
casting shadows from the past
you and all the memories will last

Don’t you cry
or suffer over me
I will be waiting for you
don’t you cry
Angels never fade away
I’ll be watching over you
see you through

Now I’m a man and
I’m feeling you still
could it be you were there all along
a time to surrender
a time to forgive
with solace I give you this song

Now that you are gone
casting shadows from the past
in my dreams I hear your voice at last

Don’t you cry
or suffer over me
I will be waiting for you
don’t you cry
angels never fade away
I’ll be watching over you
see you through

I can see you tonight
in the pale winter light
Father and son again
The bond of blood will never end

Non piangere

A poco a poco
Sono giunto a questo punto
da solo, ho cercato la mia strada
Ti ho perso così presto
I giorni sono trascorsi così in fretta
Non sai quanto ho pregato, ogni giorno

Una canzone per ricordare
Una canzone per dimenticare
Non saprai mai quanto ho provato
a renderti orgoglioso
e a onorare il tuo nome ma
non mi hai mai detto addio

Ora che sei andato via
Getterò via le ombre del passato
tu e tutti i tuoi ricordi resteranno sempre

Non piangere
o non soffrire per me
ti aspetterò
Non piangi?
Gli angeli non svaniscono
Veglierò sopra di te
e veglierò su di te

Ora sono un uomo e
Ti sento ancora
Se potessi essere tu lì tutto il tempo
del tempo per sopravvivere
del tempo per dimenticare
con sollievo, ti dedico questa canzone

Ora che sei andato via
getterò via le ombre del passato
Nei miei sogni sento la tua voce alla fine

Non piangere
e non soffrire per me
Ti aspetterò
Non piangere
Gli angeli non vanno mai lontano
Veglierò sopra di te
e veglierò su di te

Riesco a vederti stasera
nella pallida luce invernale
Padre e figlio di nuovo
Un legame di sangue che non finirà mai

Tags:, - 750 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .