Solitary ground – Epica

Solitary ground (Terra solitaria) è la traccia numero quattro e il primo singolo del secondo album degli Epica, Consign to Oblivion, uscito il 21 aprile del 2005.

Formazione Epica (2005)

  • Simone Simons – voce
  • Mark Jansen – chitarra, scream & growl
  • Ad Sluijter – chitarra
  • Yves Huts – basso
  • Jeroen Simons – batteria
  • Coen Janssen – tastiere

Traduzione Solitary ground – Epica

Testo tradotto di Solitary ground (S.Simons, Janssen, Jansen, Huts, Sluijter) degli Epica [Transmission]

Solitary ground

Living at different places
Evading into various spaces
My compass has broken,
I’m losing the way
An ongoing madness has led me astray

My past breaths down my neck
And it seems now
that all I can do is
Go back to beginnings when all lay ahead
A fading illusion now plagues me instead

In me there’s still a place that fulfils me
A sanctity here that I call home, I run to
When winter descends
If I try, can I find solid ground

I follow illusive paths
Oh, it seems they’ve been written in stone
And a door to a new life
is closing so fast
Burning the bridges
will not bring me back

In me there’s still a place that fulfils me
A sanctity here that I call home, I run to
When winter descends
If I try, can I find solid ground

I know that in me there’s still
a place that fulfils me
A sanctity here that I call home, I run to
When winter descendes
If I try, can I find solid ground
Or am I just wasting time?

Terra solitaria

Vivendo in posti differenti
Evadendo in diversi spazi
La mia bussola si è rotta
Ho smarrito la via
Una pazzia continua mi ha portato fuori strada

Sento il soffio del passato sul collo
E adesso sembra
che tutto quello che posso fare è
ritornare agli inizi quando tutto giace davanti a me
Ora un’illusione che svanisce mi affligge

In me c’è ancora un luogo che mi completa
Una santitá qui che chiamo casa, dove corro
Quando arriva l’inverno
Se ci provo posso trovare una terra stabile?

Seguo sentieri ingannevoli
Oh, sembra che siano stati scritti nella pietra
E la porta per una nuova vita
si chiude velocemente
Bruciando i ponti
che non mi riporteranno indietro

In me c’è ancora un luogo che mi completa
Una santitá qui che chiamo casa, dove corro
Quando arriva l’inverno
Se ci provo posso trovare una terra stabile?

So che in me c’è ancora
un luogo che mi completa
Una santitá qui che chiamo casa, dove corro
Quando arriva l’inverno
Se ci provo posso trovare una terra stabile
o sto solo sprecando tempo?

Tags:, - 2.588 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .