The sage, the fool, the sinner – Helloween

The sage, the fool, the sinner (Il saggio, il pazzo, il peccatore) è la traccia numero dieci del tredicesimo album degli Helloween, 7 Sinner, pubblicato il 31 ottobre del 2010.

Formazione Helloween (2010)

  • Andi Deris – voce
  • Michael Weikath – chitarra
  • Sascha Gerstner – chitarra
  • Markus Grosskopf – basso
  • Dani Löble – batteria

Traduzione The sage, the fool, the sinner – Helloween

Testo tradotto di The sage, the fool, the sinner (Weikath) degli Helloween [Warner Bros]

The sage, the fool, the sinner

A tramp found dead, in the street,
just made the news
Forensics report read ‘drug abuse’
Found a warehouse slip
in his sleeve
Marine corps major down-at-heel

They got to the place, unlocked the shed
Soon left awestruck, stunned, amazed
Among stuff and things lay
pledges and bonds
Up to a few mil in the end

The sage the fool the sinner
And what goes for you, one can’t ever say
The sage the fool the sinner
One can’t foretell fate, no way, no way

Sassy lady puts on her fav heels
Mirror checked, all done
snow white appeal
Adjust the dress, ready to leave
Grab some cash, cab’s outside,
wipe off a tear

On her way out, she turns once more
To wave her man good – bye
While in his sleep, he recalls thirty years
due to end that night.

The sage the fool the sinner
And what goes for you, one can’t ever say
The sage the fool the sinner
One can’t foretell fate, no way, no way

Il saggio, il pazzo, il peccatore

Un barbone trovato morto in strada
ha fatto notizia
Il medico legale dice “abuso di droga”
È stata trovata la ricevuta di un magazzino
nella sua manica
Un malconcio maggiore del corpo dei Marines

Arrivarono al posto, aprirono il capano
Restarono sorpresi, storditi, stupidi
Tra le tante cose giacevano
depositi e obbligazioni
fino a qualche milione alla fine

Il saggio, il pazzo, il peccatore
E quello che va per te, nessuno può dirlo
Il saggio, il pazzo, il peccatore
Non si può predire il destino, in nessun modo

Una vivace signora mette i suoi tacchi favoriti
Una occhiata allo specchio, tutto fatto
attraente come Biancaneve
Aggiusta il vestito, pronta a partire
Prende dei soldi, il taxi è fuori che aspetta
si asciuga una lacrima

Mentre sta uscendo si gira acnora una volta
per salutare il suo uomo
Mentre nel sonno ricorda trent’anni
a causa della fine di quella notte

Il saggio, il pazzo, il peccatore
E quello che va per te, nessuno può dirlo
Il saggio, il pazzo, il peccatore
Non si può predire il destino, in nessun modo

Tags: - Visto 129 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .