White Buffalo – Running Wild

White Buffalo (Bufalo bianco) è la traccia numero nove del settimo album dei Running Wild, Pile of Skulls pubblicato il 5 novembre del 1992. La leggenda vuole che una donna con un bufalo bianco abbia insegnato ai Lakota come sopravvivere sulle loro terre, usando gli animali offerti dalla natura.

Formazione Running Wild (1992)

  • Rolf Kasparek – voce, chitarra
  • Axel Morgan – chitarra
  • Thomas Smuszynski – basso
  • Stefan Schwarzmann – batteria

Traduzione White Buffalo – Running Wild

Testo tradotto di White Buffalo (Kasparek) dei Running Wild [Noise]

White Buffalo

Acid rain and poison
cauterize its skin
A boiling hell we are living in
Bloodstained animals,
chainsaws rip the trees
The gasping earth is on its knees

Choking breath, causing death
Exploitation is your law
Overkill, break its will
You loot it hard and raw

Like you killed the white buffalo
You kill ozone, you break its bones
Like you killed the white buffalo
You tan its hide, sell its meat on the side

Once a source of glory,
now a reborn hell
Your ivory tower is where you dwell
Gulping its vital lifeblood,
pollution’s rising high
You squeeze it out, you leave it dry

Choking breath, causing death
Exploitation is your law
Overkill, break its will
You loot it hard and raw

Like you killed the white buffalo
You kill ozone, you break its bones
Like you killed the white buffalo
You tan its hide, sell its meat on the side

Heedless, spraying poison
Contaminating air and ground
A misplaced sense of progress
Will destroy it pound for pound
Allergies and cancer,
the pay for evil greed
Madness and corruption
have sown their evil seed

Bufalo bianco

La pioggia acida e il veleno
gli cauterizzano la pelle
Un inferno bollente in cui viviamo
Animali insanguinati,
motoseghe squarciano gli alberi
La terra ansimante è in ginocchio

Respiri soffocati, causano la morte
Lo sfruttamento è la tua legge
L’eccesso spezza la sua volontà
Tu saccheggi senza pietà

Come se avessi ucciso il bufalo bianco
Uccidi l’ozono, gli spezzi le ossa
Come se avessi ucciso il bufalo bianco
Conci la sua pelle, vendi la sua carne in segreto

Una volta una fonte di gloria,
ora un inferno rinato
La tua torre d’avorio è dove abiti
Ingoiando la sua linfa vitale vitale,
l’inquinamento sta aumentando
La spremi finché non resta niente

Respiri soffocati, causano la morte
Lo sfruttamento è la tua legge
L’eccesso spezza la sua volontà
Tu saccheggi senza pietà

Come se avessi ucciso il bufalo bianco
Uccidi l’ozono, gli spezzi le ossa
Come se avessi ucciso il bufalo bianco
Conci la sua pelle, vendi la sua carne in segreto

Incurante, spruzzando veleno
Contaminando l’aria e il suolo
Uno malriposto senso di progresso
Lo distruggerà libbra dopo libbra
Allergie e cancro,
la paga dell’avidità malvagia
La follia e la corruzione
hanno seminato il loro seme malvagio

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *