Camouflage – Sabaton

Camouflage è una bonus track dell’ottavo album dei Sabaton, The Last Stand, pubblicato il 19 agosto del 2016. Si tratta della cover del brano di Stan Ridgey, nona traccia del suo primo solista The Big Heat pubblicato nel 1985. “Camouflage” è la divisa militare con colori e disegni adatti a confondersi nel fogliame, chiamata in Italia “mimetica”; nella canzone è il soprannome del misterioso marine ma è usata anche nel senso letterale di “ingannevole”.

Formazione Sabaton (2016)

  • Joakim Brodén – voce
  • Chris Rörland – chitarra
  • Thobbe Englund – chitarra
  • Pär Sundström – basso
  • Hannes van Dahl – batteria

Traduzione Camouflage – Sabaton

Testo tradotto di Camouflage (Stan Ridgway) dei Sabaton [Nuclear Blast]

Camouflage

I was a PFC on search patrol
huntin’ Charlie down
It was the jungle wars of ’65
My weapon jammed
and I got stuck way out all alone
And I could hear the enemy
movin’ close outside

Just then I heard a twig snap
and I grabbed my empty gun
And I dug in scared
while I counted down my fate
And then a big marine
with a pair of friendly eyes
Appeared there at my shoulder
and said, “Wait.

If Charlie wants to tangle now
he’ll have two to dodge.”
I said, “Well, thanks a lot.”
I told him my name and asked him his
And he said, “The boys
just call me Camouflage.”

Whoa, Camouflage
Things are never quite the way they seem
Whoa, Camouflage
I was awfully glad to see this big marine

Well, we fought all night
side by side, took our battle stance
And I wondered how
the bullets missed this man
‘Cause they seemed to go right
through him as if he wasn’t there
And in the mornin’ we both took
a chance and ran

And it was near the river bank
when the ambush came
And I’d thought this was the end
and we were had
Then a bullet with my name on came buzzin’ through a bush
And the big marine, he just
swatted it with his hand
Just like it was a fly

Whoa, Camouflage
Things are never quite the way they seem
Whoa, Camouflage
I was awfully glad to see this big marine

When he led me out of danger
I saw my camp and waved goodbye
He just winked at me
from the jungle then was gone
And when I got back to my HQ,
I told ‘em about my night
And the battle I’d spent
with a big marine named Camouflage

When I said his name a soldier gulped
And a medic took my arm
And led me to a green tent on the right
He said, “You may be tellin’ the truth boy,
But this here is Camouflage,
And he’s been right here since
he passed away last night.”

But before he went he said, “Semper Fi,”
And said his only wish
Was to save a young marine
caught in a mirage
“So here, take his dog tag, son.
I know he’d want you to have it now.”

Whoa, Camouflage
Things are never quite the way they seem
Whoa, Camouflage
I was awfully glad to see this big marine

Whoa, Camouflage
Things are never quite the way they seem
Whoa, Camouflage
This was an awfully big marine

Whoa, Camouflage
Things are never quite the way they seem
Whoa, Camouflage
This was an awfully big marine

Camouflage

Ero un soldato scelto in pattuglia
per scovare Charlie
Era la guerra nella giungla del 1965
La mia arma inceppata
e rimasi bloccato da solo
e potevo sentire il nemico
che si muoveva vicino a me

Proprio allora sentii lo scatto della sicura
e strinsi il mio fucile vuoto
e sprofondai nella paura
mentre contavo il tempo che mi restava
e proprio allora una grosso marine
con un paio di occhi amichevoli
comparve alle mie spalle
e disse “Aspetta”

Se Charlie vuole prenderci adesso
avrà due con cui fare i conti
dissi “Bene, grazie tante”
Gli dissi il mio nome e gli chiesi il suo
e lui disse “I ragazzi
mi chiamano semplicemente Camouflage”

Whoa, Camouflage
Le cose non sono mai come sembrano
Whoa, Camouflage
Ero davvero felice di vedere quel grosso Marine

Bene, abbiamo combattuto per tutta la notte,
fianco a fianco, tenendo la nostra posizione
e mi meravigliavo di come
i proiettili mancavano questo uomo
perché sembravano proprio andare diritti
verso di lui come se lui non fosse lì
e il mattino dopo cogliemmo
una opportunità e iniziammo a correre

E fu vicino alla riva del fiume
quando cademmo in una imboscata
e pensai che fosse la fine
e ci eravano proprio vicini
quando un proiettile con il mio nome
uscì fischiando attraverso un cespuglio
e quel grande Marine, semplicemente lo
prese con la sua mano
proprio come fosse una mosca…

Whoa, Camouflage
Le cose non sono mai come sembrano
Whoa, Camouflage
Ero davvero felice di vedere quel grosso Marine

Quando mi condusse fuori dal pericolo
vidi il mio campo base e mi disse addio
lui semplicemente mi fece l’occhiolino
dalla giungla poi sparì
quando tornai al mio quartier generale,
raccontai della notte
e della battaglia che avevo fatto assieme
ad un grosso Marine chiamato Camouflage

Quando dissi il suo nome un soldato deglutì
e un medico prese il mio braccio
e mi porto verso una tenda verde sulla destra
Disse “Tu potresti dire la verità, ragazzo
ma questo qui è Camouflage
e lui è stato qui da quando
è morto la scorsa notte”

Ma prima di andare disse “Semper Fidelis”
e disse che il suo unico desiderio
era di salvare un giovane marine
caduto in un miraggio
“quindi, prendi la sua piastrina, figliolo,
penso che lui desideri che rimanga a te ora”

Whoa, Camouflage
Le cose non sono mai come sembrano
Whoa, Camouflage
Ero davvero felice di vedere quel grosso Marine

Whoa, Camouflage
Le cose non sono mai come sembrano
Whoa, Camouflage
Questo era davvero un grande Marine

Whoa, Camouflage
Le cose non sono mai come sembrano
Whoa, Camouflage
Questo era davvero un grande Marine

Tags:, - 258 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .