Nobody’s fault – Aerosmith

Nobody’s fault (Non è colpa di nessuno) è la traccia numero sei del quarto album degli Aerosmith, Rocks, pubblicato il 3 maggio del 1976.

Formazione Aerosmith (1976)

  • Steven Tyler – voce
  • Joe Perry – chitarra
  • Brad Whitford – chitarra
  • Tom Hamilton – basso
  • Joey Kramer – batteria

Traduzione Nobody’s fault – Aerosmith

Testo tradotto di Nobody’s fault (Tyler, Whitford) degli Aerosmith [Columbia]

Nobody’s fault

Lord I must be dreamin’
What else could this be
Everybody’s screamin’
Runnin’ for the sea

Holy lands are sinkin’
Birds take to the sky
The prophets are all stinkin’ drunk
I know the reason why

Eyes are full of desire
Mind is so ill at ease
Everything is on fire
Shit piled up to the knees

Out of rhyme or reason
Everyone’s to blame
Children of the season
Don’t be lame

Sorry, you’re so sorry
Don’t be sorry
Man has known
And now he’s blown it
Upside-down and hell’s the only sound
We did an awful job
And now they say it’s nobody’s fault

Old St. Andres
Seven years ago
Shove it up their riches
Redlines come and go

Noblemen of courage
Listen with their ears
Spoke but how discouragin’
No one really hears

One of these days you’ll be sorry
Too many houses on the stilt
Three million years or just a story
Four on the floor up to the hilt

Out of rhyme or reason
Everyone’s to blame
Children of the season
Don’t be lame

Sorry, you’re so sorry
Don’t be sorry
Man has known
And now he’s blown it
Upside-down and hell’s the only sound
We did an awful job
And now they say it’s nobody’s fault

Non è colpa di nessuno

io, devo essere in un sogno,
cos’altro potrebbe essere altrimenti?
Tutti stanno urlando
E stanno correndo verso il mare

Le Terre Sante stanno affondando
Gli uccelli le portano verso il cielo
I profeti sono tutti ubriachi
Io so il perchè

Gli occhi sono pieni di desiderio
La mente è così malata, a riposo
Tutto è infuocato
La merda si è accumulata fino alle ginocchia

Fuori dalla rima e dalla ragione
Tutti vanno incolpati
Bambini di stagione
Non siate zoppi

Dispiaciuti, siete così dispiaciuti
Non siate così dispiaciuti
L’uomo lo ha saputo
E adesso l’ha fatto a pezzi
Disordine e l’inferno è l’unico suono
Abbiamo fatto un lavoro tremendo
E adesso dicono che è colpa di nessuno

Vecchio San Andrea
Sette anni fa
Fallo andare avanti sopra le loro ricchezze
Le ipoteche vanno e vengono

Gentiluomini coraggiosi
Ascoltano con le loro orecchie
Parlano, ma come sono scoraggianti
Nessuno li sente realmente

Uno di questi giorni sarai dispiaciuto
Troppe case sui pali
Tre milioni di anni o solo una storia
Quattro sul pavimento fino ell’elsa

Fuori dalla rima e dalla ragione
Tutti vanno incolpati
Bambini di stagione
Non siate zoppi

Dispiaciuti, siete così dispiaciuti
Non siate così dispiaciuti
L’uomo lo ha saputo
E adesso l’ha fatto a pezzi
Disordine e l’inferno è l’unico suono
Abbiamo fatto un lavoro tremendo
E adesso dicono che è colpa di nessuno

Tags: - 616 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .